Differenzio anch’io, oltre mille studenti di Aprilia hanno partecipato al progetto didattico-ambientale-sportivo

Il percorso didattico-ambientale-sportivo quest’anno ha incluso un numero di alunni considerevole: 1157 partecipanti, ossia, tutte le scuole di Aprilia hanno aderito al progetto di educazione ambientale “Differenzio Anch’io”. La festa finale si è svolta al pallone tensostatico di Via O. Respighi per via del maltempo, alternativa più indicata rispetto all’Ecocentro. Influenzato dal clima di festa e divertimento anche il Sindaco Antonio Terra ha scoperto il brivido di agguantare un pallone da basket, di prendere la mira e tirare a canestro emulando i bambini presenti. L’Amministrazione Comunale attuale da 8 anni collabora attivamente con la Virtus Bk Aprilia, l’Acea, la Progetto Ambiente e la Self Garden, per organizzare ogni anno il progetto di educazione ambientale dedicato a tutte le classi IV e V elementari, ma solamente una classe IV partecipa alla festa finale, ossia la vincitrice del torneo interscolastico di Easy Basket. Le parole del primo cittadino: “Questo progetto riscuote ogni anno un enorme successo che si rispecchia positivamente con la diffusione della raccolta differenziata in tutta la città di Aprilia. Partire dal basso, e quindi dai bambini, è fondamentale per insegnare le basi nel rispetto dell’ambiente da trasmettere successivamente in famiglia. Ringrazio tutti coloro che annualmente partecipano al progetto, dalle istutuzioni per arrivare ai bambini passando per gli impianti, i quali si distinguono ogni giorno per il lavoro che svolgono.”

Anche il gruppo Acea, nella figura dell’Ing. Custodi, ringrazia tutti i partecipanti e si compiace per l’entusiasmo impiegato sia nell’organizzazione annuale del progetto che nella giornata finale. Mette in risalto lo stupendo rapporto tra sport-istituzioni ed educazione ambientale, un equilibrio perfetto per diffondere il rispetto nell’ambiente, il recupero e la raccolta differenziata. E’ dello stesso avviso la Dirigente della Self Garden Vona: “Ammiro l’entusiasmo e sottolineo la presa di consapevolezza dei ragazzi che negli anni è aumentata come anche la partecipazione durante il tour dell’impianto.” Parole di stima anche dall’Amm. Valeri della Progetto Ambiente che, dopo aver ringraziato i bambini, le scuole e la Virtus per aver messo a disposizione la location, conclude sostenendo “di essere sempre al servizio di queste iniziative”. Dopo i ringraziamenti è stato il turno dell’Assessore all’Ecologia ed Ambiente Lombardi e quindi la divulgazione del vincitore del concorso con il video più bello. Il primo premio di €75 a bambino è stato attribuito alla 5°A della scuola di Campoleone; il secondo premio di €65 a bambino è stato conquistato dalla 5°A di Casalazzara, mentre la 5°B dello stesso istituto si è posizionata al terzo posto e riceverà il premio di €55 a bambino. Sottolinea la stessa che tutti i bambini partecipanti potranno usufruire di un buono acquisto di €5 da spendere presso la cartolibreria Snidaro di Aprilia; invece ogni classe riceverà un buono acquisto di €90 da utilizzare come specificato sopra. La giuria ha avuto il suo bel da fare per scegliere il video più bello, poiché tutti erano caratterizzati da particolari fattori ed ingredienti che li rendevano peculiari agli occhi dei giudici. Un grazie è doveroso nei confronti dell’azienda Tesei Bus per il trasporto dei bambini; l’Apofruit per aver dispensato a tutti i presenti vaschette di frutta freschissima a km 0 e la Self Garden per la distribuzione di centinaia di bottigliette d’acqua.

Il progetto è cresciuto di anno in anno totalizzando nel 2018 la partecipazione di oltre 8000 bambini tra IV e V elementare, un dato in netta crescita rispetto alle iniziali adesioni nei primi anni di progetto. Quindi è lecito sostenere che quest’anno tutti gli istituti scolastici di Aprilia hanno aderito al programma; aumentata la consapevolezza e la partecipazione da parte dei bambini, è un invito alla città a volgere il proprio sguardo verso un futuro più sostenibile ed ecologico.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti