Spiagge e fondali puliti 2018, Legambiente in missione a Sabaudia. L’iniziativa di Larus

“I rifiuti, per la maggior parte plastica, che finiscono in mare e sulle spiagge costituiscono una vera e propria emergenza ambientale ormai nota. L’atto di raccoglierli e di ripulire un tratto di spiaggia rappresenta dunque un piccolo gesto, ma di grande valore simbolico che parte dalla consapevolezza che è possibile, con uno sforzo comune, correggere abitudini incivili e capire il vero valore del proprio litorale”. E’ quanto dichiara il Circolo Larus Legambiente di Sabaudia che, con il patrocinio del Comune di Sabaudia, anche quest’anno aderisce alla campagna nazionale “Spiagge e fondali puliti – Clean up the med”. L’appuntamento è per domani, 26 maggio, sul lungomare di Sabaudia. Il raduno alle 16, all’altezza del camping Sant’Andrea. L’iniziativa mette al centro la tutela del mare e delle coste, per segnalare ancora una volta la mala gestione dei litorali. “Come ogni anno, puntando sull’iniziativa individuale e sul contributo di tutti, attraverso azioni concrete che coinvolgano i cittadini in prima persona, si vuole trasmettere il messaggio che non sporcare richiede uno sforzo minore di quello necessario per ripulire”, dicono dal circolo Larus di Legambiente.

L’evento, che si svolge in contemporanea con oltre 120 altre iniziative in programma in tutta Italia nel prossimo weekend, vuole anche richiamare l’attenzione su quanto sia urgente mettere in atto azioni concrete puntando, sempre più, su politiche di prevenzione e sensibilizzazione, su una corretta gestione dei rifiuti coinvolgendo cittadini e giovani generazioni.

Ai volontari e simpatizzanti che vorranno dare il proprio contributo rendendosi protagonisti di una grande azione concreta di cittadinanza attiva, verrà fornito materiale di supporto per la raccolta, nonché materiale informativo e documentario. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare e a portare un proprio aiuto concreto.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti