Latina, pugno in faccia a un dipendente dell’Abc per aver contestato un irregolare conferimento di rifiuti

Un dipendente dell’Abc Latina ha ricevuto un pugno in faccia per aver contestato ad un utente l’irregolare conferimento dei rifiuti presso il punto di raccolta. L’episodio è avvenuto ieri in via Prezzolini a Borgo Piave, alle porte del capoluogo pontino. Vittima dell’aggressione M.S.

Nel manifestare la propria solidarietà al dipendente di Abc, il sindaco di Latina Damiano Coletta e l’assessore all’Ambiente Roberto Lessio confermano il proprio impegno rivolto alla repressione dei comportamenti illegali che degradano sistematicamente il decoro della città: “Esiste il dovere dell’Amministrazione di mantenere puliti i luoghi che gli incivili sporcano, ma non esiste alcun diritto da parte di costoro di attuare gli abbandoni illegali e irregolari dei rifiuti”.

“La repressione – fanno sapere dall’amministrazione comunale – sarà attuata già a partire delle prossime settimane, oltre che con l’ausilio degli operatori di Polizia Locale anche con la riattivazione dei controlli da parte della Guardie Ecologiche in grado si elevare direttamente multe ai trasgressori. A completare il sistema di controllo sarà l’installazione delle cosiddette foto-trappole (si sta concludendo proprio in questi giorni la fase sperimentale), in grado di registrare direttamente le trasgressioni, senza rischi per l’incolumità degli operatori”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti