Al Comune di Latina revocato parte del finanziamento per il ristoro nucleare. Di Cocco: Lbc imbarazzante, penalizzato Borgo Bainsizza

Gianluca Di Cocco

“Va in scena l’ennesimo imbarazzante balletto da parte degli amministratori di questa città. Si assiste impotenti a un’incapacità unita ormai a una cronica mancanza di sensibilità e lontananza dalle criticità della gente che vive nel quotidiano questo territorio”. Gianluca Di Cocco, presidente provinciale di Idea, torna ad attaccare l’amministrazione comunale di Latina, targata Lbc, denunciando la revoca di finanziamenti.

“Arrivare a non avere la capacità di rendicontare somme già erogate da parte del governo centrale tramite la Provincia per migliorare i servizi delle periferie, relativi e in particolar modo al mondo della scuola, lascia perplessi e interdetti – afferma -. Questa inerzia degli amministratori di Lbc conferma che oggi il Comune di Latina ha perso la possibilità di un prezioso contributo già destinato alla valorizzazione e implementazione del servizio bus a Borgo Sabotino (45mila euro) e di Borgo Montello (7mila euro), infatti gli amministratori non hanno speso ben 12.500 euro di contributo assegnato, fornendo una rendicontazione minore rispetto alle somme erogate, sebbene il Comune di Latina si era impegnato nel 2012 a destinare quella somma per attrezzare un’oasi verde adiacente al plesso scolastico di Borgo Bainsizza, lavori chiaramente mai effettuati, valorizzando così una periferia spesso dimenticato dal governo cittadino”.

“È l’ennesimo bluff di questa amministrazione senza mordente – continua Di Cocco -: su sollecitazione da parte del decreto presidenziale dell’11 maggio n. 39 si incarica la dottoressa Valle di revocare la somma di euro 12.500,00 sul totale di 52mila quale ristoro per le servitù derivanti dalla presenza di discariche rifiuti e centrali nucleari. Dalla naftalina che ha colpito Lbc noi non ci abitueremo mai, quindi credo che sia opportuno che tutti i partiti che non facciano parte della maggioranza di questo consiglio comunale di richiedere urgentemente un incontro col presidente Carlo Medici, persona assai sensibile a queste tematiche del territorio, per destinare i 12,500 ‘eccedenti’ a spese che possano appunto essere destinati alla creazione di un piccolo parco a Borgo Bainsizza, valorizzando il plesso scolastico”.

Qui la replica di Latina Bene Comune

LE VOSTRE OPINIONI

commenti