Gli scout scendono in campo per parlare delle problematiche di Latina Scalo. Organizzata tavola rotonda

cof

A Latina Scalo gli scout, fedeli al motto del loro fondatore Baden Powell  “cercate di lasciare questo mondo un po’ migliore di come l’avete trovato…”, hanno deciso di dare il loro contributo alla crescita della comunità di cui fanno parte, iniziando proprio dal cercare di “capire” meglio il territorio per poter poi mettere in campo delle azioni mirate.

Così l’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani) scende in campo per parlare del futuro di Latina Scalo. In prima linea i ragazzi e le ragazze del clan Arcobaleno (il gruppo di età compresa tra 16 e 21 anni). Organizzata per venerdì, 15 giugno, alle 21, una tavola rotonda che si terrà alle 21 presso il salone parrocchiale di Latina Scalo. “Latina Scalo, Per i nostri figli” è il tema proposto per la serata che vedrà coinvolte le associazioni locali e come relatori Massimo Ferrari dell’associazione culturale “Stefania Ferrari”, Marco Gubbioli, presidente del locale Comitato di Quartiere, don Nello Zimbardi, Parroco di Latina Scalo, Cesare Quattrocchi, presidente della Pro Loco Il Villaggio, e Giorgio Pedrazzi, giornalista e coordinatore del Comitato   “Diamo un Nome alla nostra Storia”.

“L’incontro – sottolineano i giovani del Clan Arcobaleno Agesci Latina 3 – è aperto a tutti i cittadini,  e ci auguriamo vivamente che, dal dibattito,  possano emergere  idee e proposte utili alla nostra Comunità e che diventino azioni concrete per agire sulle problematiche del territorio.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti