Marina di Latina, Ciolfi sui chioschi lato B: un grande risultato, la svolta con la procedura semplificata

Maria Grazia Ciolfi

Quattro chioschi su otto per il lato B della Marina di Latina: ottimo risultato. La positiva lettura è offerta dalla consigliera Maria Grazia Ciolfi, delegata alle problematiche del lungomare che, al terzo anno dal bando risalente all’epoca commissariale, di fronte al punto messo a segno spiega i dettagli e le ragioni della sua soddisfazione: la graduatoria del bando è stata interamente utilizzata e risultano solo cinque vincitori (su otto concessioni) a causa dell’esclusione dei restanti partecipanti poiché non in possesso di tutti i requisiti necessari, al momento della presentazione delle domande; di questi cinque un aggiudicatario non ha ancora ritirato il permesso a costruire per questioni tecniche progettuali che auspichiamo vengano risolte a breve; degli altri quattro aggiudicatari, due hanno già aperto le postazione 4, lato mare, e 5, lato lago, e uno, quello della postazione due, sta ultimando il montaggio, mentre quello della postazione 6 ha ritirato il permesso a costruire il 14 giugno 2018, e pertanto si ritiene sia in procinto di iniziare, poiché entro 30 giorni dal ritiro del permesso devono essere ultimate le operazioni di montaggio e deve essere effettuata l’apertura del servizio.

“Questa amministrazione – afferma la consigliera Ciolfi, attraverso una nota stampa – ha portato a completamento una questione annosa, trattata in molteplici commissioni consiliari, question time e Consigli comunali, conclusasi con il massimo risultato conseguibile rispetto al numero di chioschi concessionabili attraverso il bando istituito nel 2015, ma soprattutto portando a casa la semplificazione di una procedura complessa e lunga, causa di parte dello stallo, in particolare di quello vissuto nell’ultimo anno”.

“Grazie al lavoro sinergico della politica e dei servizi, con l’opera assidua dell’assessore Felice Costanti e la disponibilità e competenza degli uffici comunali e regionali e dell’ente Parco – prosegue Ciolfi – si è riusciti ad ottenere la semplificazione del parere dell’ente Parco e della procedura della valutazione di incidenza (Vinca) di competenza regionale. In passato ogni singolo aggiudicatario della concessione in oggetto era tenuto personalmente ad effettuare tutte le pratiche per ottenere il parere dall’ente Parco e la Vinca dalla Regione, con tempi lunghissimi moltiplicati per il numero dei chioschi assegnati. Attualmente tutto questo non è più necessario poiché il Comune di Latina ha ottenuto che l’ente Parco con una delibera esprimesse un unico parere relativamente agli otto chioschi e la Regione analogamente ha fatto per il rilascio della Vinca”.

“Un risultato enorme – si legge ancora nella nota stampa della consigliera delegata alla Marina – fruito già dagli ultimi due assegnatari e di cui godremo nella prossima assegnazione dei restanti tre chioschi da rimettere a bando, quando, dopo lo scorrimento della graduatoria e l’assegnazione delle concessioni sarà sufficiente per i vincitori richiedere autorizzazioni rapide e snelle, quindi in pochi giorni dall’assegnazione sarà possibile essere autorizzati al montaggio ed all’apertura del servizio. La semplificazione delle procedure è l’obiettivo principale a cui volgere per approdare a risultati concreti in tempi ragionevoli e costituisce al tempo stesso un potente dissuasore della corruzione, che va ad infiltrarsi proprio nella burocratizzazione delle procedure. Quindi i complimenti vanno a quanti nei servizi hanno lavorato per la riapertura dei ‘chioschi a sinistra’.

“In ultimo, in risposta all’intervento del consigliere Carnevale che in commissione ci ha accusato di disservizio presso il tratto B del lungomare nella scorsa estate, tengo a precisare – sottolinea Ciolfi – che nell’estate 2017, seppure senza chioschi aperti, nel tratto B del litorale di Latina sono stati garantiti tutti i servizi, dai bagni chimici, alle passerelle per l’accesso all’arenile, al servizio di raccolta differenziata e pulizia quotidiana fino al servizio di salvamento con due unità di assistente bagnante presenti in spiaggia. Certo è mancato il servizio ristoro e noleggio ombrelloni e sdraio, che quest’anno sarà garantito dai chioschi finalmente aperti, però il suggestivo paesaggio delle dune era tale anche lo scorso anno e chi ama questo territorio ne ha piena coscienza”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti