Rifacimento strade al Circeo, lavori al via in alcune zone con un budget di 350mila euro

Monia Di Cosimo

Apertura dei cantieri per il rifacimento strade nel comune di San Felice Circeo. Previste opere per 350mila euro. L’avvio, fa sapere l’ente municipale, è previsto per domani mattina. “Nei giorni scorsi – spiega una nota stampa proveniente dall’ente di piazza Lanzuisi – si è conclusa la procedura per l’avvio dei cantieri e per andare incontro alle esigenze di sicurezza stradale da più parti segnalata. I lavori interesseranno alcune strade centrali di La Cona che nel tempo hanno subito maggiormente il deterioramento del manto pregiudicando anche la sicurezza degli automobilisti. L’iter è iniziato lo scorso mese di dicembre e solo nei giorni scorsi la ditta appaltatrice ha ricevuto l’ok dall’Ente comunale per dare il via al cantiere. Le asfaltature interesseranno via Lungomare Circe, via Marco Emilio Lepido, via Cristoforo Colombo, via Tiberio Imperatore, via Dei Gasperi, tratto di via del Principe, via del Pignolo, tutta la circonvallazione di piazzale Italo Gemini e piazzale della Vittoria.

“Da domani – fanno sapere i delegati delegati Fabio Beccari e Monia Di Cosimo del servizio Lavori Pubblici – i lavori interesseranno via del Principe e nel seguire tutte le strade previste dal piano. Si tratta di un impegno assunto con i cittadini che da più parti avevano segnalato l’esigenza di intervento anche per limitare problemi di sicurezza stradale e di pericolo per lo stato del manto dei percorsi indicati”.

Anche il sindaco Giuseppe Schiboni ha voluto commentare l’intervento approvato dal consiglio comunale a dicembre. “Nei prossimi giorni potrebbero causarsi dei disagi per i residenti e turisti per i lavori avviati. Proprio per questo voglio chiedere scusa per il fastidio arrecato ma che una volta finiti i lavori posso assicurare che il Circeo sarà più sicuro in queste strade e soprattutto apparirà sicuramente più qualificato e presentabile”.

Prima di dare il via ai lavori gli uffici del settore lavori pubblici avrebbero verificato lo stato dei sottoservizi che in alcuni casi attraverso i gestori Acqualatina, Telecom e Enel sono stati ammodernati e sostituiti.

“E stato un lavoro sinergico – spiegano ancora i delegati – per evitare rotture accidentali dei sottoservizi con interventi immediati sulle strade oggetto di rifacimento e soprattutto vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare tutto il personale del settore lavori pubblici che ha lavorato e le imprese che gestiscono i pubblici servizi per aver collaborato con noi”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti