Contratti fiume, non solo Cavata. Pronto il manifesto per l’Amaseno, al lavoro anche per l’Ufente

Una veduta del fiume Amaseno

Non solo Cavata, il contratto fiume sarà esteso all’Amaseno. Al lavoro anche per l’Ufente. Ne dà notizia la XIII Comunità Montana che annuncia la presentazione del manifesto d’intenti per il Contratto del Fiume dell’Amaseno che avrà luogo il 28 giugno 2018 ad Amaseno, nella sala conferenze della Collegiata di Santa Maria Assunta, alle 17. All’incontro di giovedì prossimo interverranno: Sara Carallo dell’Università degli Studi di Roma Tre, Gaetano Ricco dell’Associazione Cavata Flumen ed Eugenio Monaco, responsabile della Regione Lazio per i Contratti di Fiume. I saluti istituzionali saranno tenuti dal Presidente della XIII Comunità montana dei Monti Lepini e Ausoni Onorato Nardacci e dal sindaco di Amaseno, Antonio Como. L’incontro sarà coordinato da Daniela Bianchi, Consigliera regionale uscente che si è occupata anche della Legge regionale dei Cammini. Tutte le istituzioni, le associazioni locali ed i cittadini sono invitati a partecipare.

I Contratti di Fiume sono strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale. Sul territorio della XIII Comunità Montana finora è stato sottoscritto il Contratto per il Fiume Cavata (che si sviluppa sui territori dei Comuni di Sezze e Sermoneta) e si sta lavorando a quello per il fiume Amaseno (segna il confine tra la provincia di Frosinone e quella di Latina bagnando i Comuni di Pisterzo e Priverno) e per il Fiume Ufente (territorio di Bassiano e Sezze).

LE VOSTRE OPINIONI

commenti