Aprilia, alla guida per troppe ore grazie ad un espediente: camionista denunciato

Alla guida di un autoarticolato per un numero di ore ben al di sopra di quello consentito dalla normativa, utilizzando uno speciale congegno collegato al cronotachigrafo riusciva ad alterarne il funzionamento. Uno stranieri è stato denunciato dagli uomini della Polizia Stradale di Aprilia, che nell’ambito di un normale controllo hanno scoperto l’espediente. Oltre alla denuncia per violazione dell’articolo 437 del codice penale, all’uomo è stata ritirata la patente, sequestrato il mezzo e dovrà pagare una maxi multa di alcune migliaia di euro. Il personale del distaccamento di polizia stradale di Aprilia impegnato in un particolare dispositivo di controllo straordinario del territorio, volto al controllo del rispetto dei tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali, infatti hanno fermato lo straniero che viaggiava lungo la Pontina all’altezza di Aprilia. Nel corso di tale controllo emergevano delle irregolarità nei fogli di registrazione dei tempi di guida e di riposo, che inducevano gli operanti ad approfondire i controlli sul mezzo. Dopo una approfondita verifica effettuata anche presso un’officina specializzata nel controllo dei cronotachigrafi, veniva scovato un congegno azionato da un pulsare che permetteva di disinserire il cronotachigrafo e quindi di viaggiare senza che lo stesso registrasse i tempi di guida anche se il mezzo era regolarmente in marcia. Lo straniero è finito nei guai e gli agenti coordinati da Massimiliano Corradini ancora una volta hanno evitato pericoli per gli automobilisti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti