Sabaudia, da attività per noleggio a stabilimento balneare: sequestrato il Bounty Beach

Blitz questa mattina dei carabinieri del Nipaaf di Latina e delle stazioni forestali di Sabaudia e Fogliano sul lungomare delle dune per l’esecuzione del sequestro del Bounty Beach. I sigilli, che interessano l’attività balneare in esercizio e un’area dunale di 8.000 metri quadrati, sono scattati alla luce di un decreto di sequestro urgente firmato dal sostituto procuratore Giuseppe Miliano. Contestata la trasformazione di una semplice attività di noleggio di sdraio e ombrelloni in un vero e proprio stabilimento con tutti i servizi commerciali. L’operazione di polizia giudiziaria è stata eseguita con il supporto del personale dei carabinieri del Nas e del personale della Asl. Dagli accertamenti svolti le attività e le strutture sarebbero risultate non autorizzate dal Comune di Sabaudia, dall’Ente Parco Nazionale del Circeo, e dalla Regione Lazio. Nell’ambito della stessa operazione sono stati sequestrati diversi chili di alimenti, carne e salsicce, sprovvisti di tracciabilità. Due le persone iscritte nel registro degli indagati: il gestore e il proprietario dell’area.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti