Incidente in piscina a Sperlonga, morta al Gemelli la ragazzina 13enne di Morolo

Non ce l’ha fatta la ragazzina della provincia di Frosinone che ieri a Sperlonga era stata risucchiata da una delle bocchette di aspirazione della piscina nella quale stava facendo il bagno. La 13enne, B.S.F. di Morolo, è deceduta questa notte al Gemelli dove era stata trasportata con urgenza dopo manovre di rianimazione effettuate sul luogo dell’incidente, l’hotel Virgilio. Il suo cuore ha cessato di battere alle 4. Al vaglio dei carabinieri della stazione di Sperlonga l’esatta dinamica dell’accaduto. Il corpo di B.S.F. è a disposizione dell’autorità giudiziaria. Con molta probabilità sarà effettuata l’autopsia per stabilire se la 13enne, prima di essere risucchiata dal bocchettone, abbia avuto un malore. Ieri a Sperlonga in un attimo il buio. La ragazzina stava trascorrendo una giornata di vacanza, era in compagnia dei suoi genitori e faceva il bagno nella piscina dell’hotel. Poi ad un tratto l’imprevedibile, sempre in agguato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

1 commento

Comments are closed.