Latina, spara all’ex moglie ferendola gravemente: arrestato Costantino Di Silvio, 52enne detto Pesce

Arrestato nella notte a Latina Costantino Di Silvio, 52enne detto Pesce, per il tentato omicidio dell’ex moglie Manuela Piccirilli, 44 anni, avvento poche ore prima in via Helsinki. La donna stava uscendo di casa, insieme al nipote, quando è stata raggiunta da tre colpi di arma da fuoco che l’hanno ferita al braccio, al fianco e alla schiena. Subito soccorsa e trasportata in ospedale, la donna è stata sottoposta ad un delicato intervento. Ora è fuori pericolo di vita, ma la sua prognosi resta riservata.

Raccolte le prime testimonianze, gli uomini della Squadra Mobile, diretti dal vice questore aggiunte Carmine Mosca, hanno subito attivato le ricerche per il rintraccio dell’ex marito della 44enne. L’uomo è stato bloccato a bordo della sua auto e ai poliziotti che lo hanno fermato ha riferito che aveva intenzione di costituirsi. Ora si trova nel carcere di Latina.

In base ad una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo arrestato avrebbe atteso l’ex compagna sotto l’abitazione di via Helsinki, nascosto tra le auto in sosta. Non appena la donna è uscita dal portone avrebbe esplosi cinque colpi, tre dei quali andati a segno, da una pistola calibro 38. Ascoltato dagli inquirenti, Costantino Di Silvio avrebbe ammesso le sue responsabilità. In quanto al movente avrebbe detto di avercela con l’ex moglie perché, a seguito della separazione, lei gli avrebbe messo contro le due figlie. Inoltre, avrebbe riferito di aver gettato in un fosso la pistola con la quale avrebbe tentato di ucciderla.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti