Comune di Latina, il sospetto di un virus malevolo nella posta certificata. Zuliani chiede “lumi” e provvedimenti

Nicoletta Zuliani

I consiglieri di minoranza del Comune di Latina hanno lamentato in più occasioni la mancata messa a disposizione di atti e documenti oggetto delle sedute istituzionali. E’ successo ieri in commissione urbanistica dove la bozza di delibera per la nuova pianificazione del territorio non è stata trasmessa ai partecipanti la seduta. Ma in questa storia ci sarebbe dell’altro, non dovuto pare ad una scelta precisa dell’amministrazione al comando.

Lunedì scorso, infatti, in occasione della commissione Ambiente sull’Abc, i consiglieri di opposizione hanno affermato di non aver ricevuto per tempo la relazione del consiglio di amministrazione dell’Abc relativa alla gestione dell’azienda speciale nei primi sei mesi del 2018, oggetto di discussione. La stessa relazione fornita alla stampa in occasione della precedente conferenza stampa del 31 agosto scorso, indetta da sindaco, giunta e vertici di Abc. Circostanza che ha suscitato non poche polemiche. Della serie: consiglieri tenuti all’oscuro e giornalisti “imbeccati”. Tornando alla commissione Ambiente è emerso che l’ufficio preposto aveva inviato a tutti i consiglieri la relazione sul bimestre Abc, ricevendola tuttavia soltanto pochissimi destinatari. La funzionaria incaricata ha mostrato il rapporto di trasmissione indicante gli invii, i consiglieri la videata delle proprie poste elettroniche senza che lo stesso invio risultasse nella corrispondenza in arrivo o negli spam. Un mistero, sintomo di un problema tecnico.

Sul caso è intervenuta la consigliera del Partito democratico, Nicoletta Zuliani, depositando una propria interrogazione indirizzata al sindaco – trasmessa al presidente del Consiglio comunale e al segretario generale dell’ente – per sapere se corrisponde al vero che la posta elettronica certificata sia stata infettata da un virus malevolo. In particolare Zuliani chiede di conoscere quali attività siano state poste in essere per contrastare il danno che può essere arrecato al patrimonio comunale della corrispondenza.

L’interrogazione della consigliera dem è datata 25 agosto 2018, segno che il disservizio lamentato ufficialmente in sede di commissione Ambiente, tenuta il 3 settembre, era già in atto. Dunque, un problema non sporadico ma già riscontrato.

Zuliani chiede di sapere se nel Comune di Latina siano state attivate tutte le precauzioni di sicurezza informatica, quali i backup di sicurezza dei dati (copie dei dati con possibilità di
ripristino immediato) e se la gestione della posta elettronica risponda alle prescrizioni del codice dell’amministrazione digitale e alla corretta gestione dei dati.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti