Roma-Latina, gara annullata. Zingaretti rilancia: infrastruttura strategica, facciamola in house

Il Consiglio di Stato ha annullato la gara affidata al Consorzio Stabile Sis  per la realizzazione dell’autostrada Roma-Latina, accogliendo il ricorso promosso da Salini-Impregilo. Tutto da rifare. Una notizia vista di buon occhio dal comitato “No Corridoio” ma non certo dalle amministrazioni che quest’opera l’hanno sostenuta ritenendola un’importantissima arteria. Un commento arriva dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che sul tema rilancia.

“La Roma – Latina è un’opera pubblica essenziale per migliorare la mobilità delle persone e delle merci da e verso la Capitale. Se ne inizia a discutere nel 2001. Nel 2008 – ricorda Zingaretti – viene creata una società ad hoc, Autostrade del Lazio Spa di cui sono azionisti paritetici Regione Lazio e Anas. Dopo molti ricorsi vinti presso la giustizia amministrativa in tutti questi anni, Autostrade del Lazio aveva aggiudicato nel luglio del 2016 la gara ad un consorzio di imprese. Oggi una sentenza del Consiglio di Stato ha annullato la gara accogliendo l’ennesimo ricorso, dopo che nel primo grado il Tar del Lazio (nel marzo del 2017) aveva confermato l’aggiudicazione rigettando lo stesso ricorso. Questi sono i fatti, che dimostrano la difficoltà estrema di fare gare per grandi opere. Ma la Roma-Latina resta per noi un’opera essenziale. Quando si partì, 10 anni fa, si scelse una gara per individuare un concessionario che realizzasse l’opera. Oggi, anche in seguito alla discussione sulle concessioni che si è aperta dopo i fatti di Genova, credo sia giusto puntare a realizzare direttamente l’opera. E’ arrivato quindi il momento di cambiare approccio. Perché una storia che si trascina da anni, anche alla luce della sentenza odierna della giustizia amministrativa, impone una riflessione su un modello adottato nel passato per la programmazione e la costruzione di opere infrastrutturali. Per questo ho proposto ad Autostrade del Lazio spa di valutare, insieme al socio Anas, soluzioni che consentano alla stessa, attraverso il modello in house, di realizzare e gestire l’autostrada tra la Capitale e Latina”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti