Latitante dopo la condanna a 6 anni e 3 mesi, Cerasoli di Aprilia arrestato a Velletri

Gianni Cerasoli

La Polizia di Stato – Questura di Latina ha dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria nei confronti di Gianni Cerasoli, sessantenne di Aprilia.

“L’uomo – spiega una nota della Questura – è uno degli esponenti di spicco della malavita apriliano-cisternese, con una carriera criminale trentennale che nel tempo gli erano valse anche varie misure di prevenzione, quali avviso orale, foglio di via obbligatorio e sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Ricercato da tempo, si era reso irreperibile dopo che la condanna a 6 anni e tre mesi per traffico di sostanze stupefacenti ed interdizione perpetua dai pubblici uffici era diventata definitiva. Nello specifico la pena irrogata si riferisce al reato di traffico di sostanze stupefacenti continuato ed in concorso con il sodalizio criminale tra i più temibili negli anni ‘90 e 2000, anche in contatto con i narcos colombiani, e smantellato da varie operazioni della Polizia di Stato”.

Cerasoli, una volta emessa la sentenza definitiva, si era reso irreperibile e soltanto dopo una intensa e articolata attività di indagine a cura della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Cisterna è stato individuato presso un’abitazione di Velletri ed è stato catturato dopo lunghi appostamenti e pedinamenti dei propri familiari. Dopo le formalità di rito Cerasoli è stato tradotto presso il carcere di Velletri.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti