La vittoria è tabù per il Latina: domenica a Sassari il riscatto è d’obbligo

Beffa al 94’ ieri sera per il Latina nel posticipo di campionato disputato al Francioni con il Flaminia. Dopo aver fallito un calcio di rigore con Casimirri nel primo tempo, i nerazzurri erano passati in vantaggio a metà ripresa con un gol di Cittadino, il migliore in campo in assoluto. Sull’1-0 la squadra di Parlato ha più volte mancato il raddoppio ma a tempo scaduto si è dovuta arrendere davanti ad un capolavoro del viterbese Morbidelli, capace di indirizzare sotto l’incrocio una bordata dai 30 metri. Con il pari di ieri De Martino e soci raggiungono quota 2 in classifica, a 7 lunghezze dal lanciatissimo Avellino. Prossimo impegno domenica sul campo dei sardi del Latte Dolce, vittoriosi ieri nel derby con la Torres. Solo vincendo in Sardegna si potrebbero tornare ad alimentare le speranze di una rimonta. Gli aspetti positivi, comunque, ci sono e non vanno sottovalutati. A partire dal gioco più incisivo e dalle sontuose prestazioni di Cittadino e del baby prodigio Quagliata, un 2000 che gioca da veterano sulla fascia sinistra.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti