Corruzione a Pontinia, il Riesame annulla l’ordinanza: liberi in quattro

Il Comune di Pontinia

Sono tornati in libertà quattro degli indagati nell’inchiesta Telonai: il Riesame ha annullato l’ordinanza di arresti domiciliari per Luigi Subiaco, consigliere comunale di Pontinia, l’avvocato Raffaele Scirè, Maurizio Filiberti e Marco Marchetti, delle Kibernetes e Novares. Gli arresti erano scattati il 25 settembre scorso, a seguito di un’indagine della Guardia di Finanza che aveva portato a scoprire una presunta corruzione e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente per l’affidamento del servizio di accertamento e riscossione dei tributi del Comune di Pontinia. Un servizio mai affidato. Destinatari dell’ordinanza cautelare, emessa dal Gip Giuseppe Cario, su richiesta dei sostituti procuratori Luigia Spinelli e Giuseppe Bontempo, aveva riguardato anche il commercialista Gianfranco Castellano e Giorgio Sottile della Kibernetes. Per loro l’udienza di Riesame è fissata per la prossima settimana.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti