“Vi sgozzo i figli”, 40enne di Latina arrestato per evasione dai domiciliari finisce in carcere per minacce e lesioni ai poliziotti

Dai domiciliari alle camere di sicurezza per evasione al carcere per oltraggio a pubblici ufficiali e lesioni in danno di un poliziotto. E’ questa la sequenza in cui ieri pomeriggio si è reso protagonista un 40enne di Latina, sottoposto agli arresti domiciliari, pizzicato dagli agenti della Squadra Volanti in giro per la città. Fermato ed arrestato per il reato di evasione, appresa la notizia che sarebbe stato ristretto nelle camere di sicurezza in attesa della direttissima di questa mattina, l’uomo è andato su tutte le furie minacciando gli operatori della Polizia con frasi del tipo: “Vi ammazzo maledette guardie; vi uccido tutti, vi sgozzo i figli”.  Oltre alla violenza verbale, il 40enne ha dato sfogo alla rabbia anche fisicamente, aggredendo i poliziotti – uno è dovuto ricorrere alle cure mediche; sette giorni di prognosi – e sbattendosi a terra e dando testate alle porte. Informato il Pm di turno, all’arresto per evasione si sono aggiunti gli altri reati, motivo per cui l’uomo è finito in carcere.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti