Latina, picchia la moglie in strada. Lei scappa, ma lui la raggiunge di nuovo e le fa un occhio pesto: arrestato

Un 30enne di Latina è stato arrestato ieri dalla Polizia di Stato dopo una violenta aggressione ai danni dell’ex compagna. Associato presso la casa circondariale del capoluogo pontino dovrà rispondere dei reati di atti persecutori, minacce e lesioni. La malcapitata, moglie in fase di separazione, se l’è cavata con dieci giorni di prognosi. A fermare l’uomo sono stati gli agenti della Squadra Volante intervenuti in via Terenzio dopo la segnalazione al 113 di una lite in strada. L’uomo aveva ammesso di aver avuto una discussione con l’ex donna che in quel momento si era allontanata. E certo non si sarebbe aspettato che sarebbe tornata di lì a poco con un occhio pesto. A questo punto la giovane donna ha denunciato di essere stata picchiata, minacciata di morte dal 30enne per motivi legati alla gestione della loro figlia minorenne e di essere riuscita a fuggire con la propria automobile salvo poi essere stata raggiunta dallo stesso che era riuscito ad aprire la portiera dell’auto, aggredendola nuovamente con schiaffi e pugni al volto. In questura la poveretta ha riferito di essere stata più volte picchiata dal suo ex e di non aver mai sporto denuncia per paura di ritorsioni nei suoi confronti e di sua figlia. Il magistrato di turno ha disposto l’arresto del 30enne.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti