Terracina, Enel al lavoro per il ripristino della corrente. Il sindaco: l’emergenza non è finita

Black out energetico per 1500 utenze di Terracina, città devastata lunedì scorso da un tromba d’aria che si è abbattuta in centro spazzando via ogni cosa fino a portare alla morte di un uomo di 57 anni. Al buio anche gli uffici comunali allestiti presso l’ex Tribunale, sede del centro operativo comunale, e la caserma dei carabinieri. Le squadre dell’Enel stanno facendo il possibile per ripristinare la corrente prima possibile.

“Oggi i vigili del fuoco si dedicheranno soprattutto al centro storico alto – informa il sindaco Nicola Procaccini attraverso Facebook -, nessuno si avvicini alla parte sud da piazza Municipio. Nei giorni di domani e dopodomani ci saranno ancora pioggia e vento. Chi può fare piccole riparazioni domestiche, intervenga subito. L’emergenza non è finita”.

La riapertura delle scuole di ogni ordine e grado è prevista per lunedì 5 novembre. Entro domani, 1 novembre, i cittadini potranno presentare la richiesta di risarcimento per ristoro danni, che sarà comunque subordinata allo stato di calamità naturale da parte della Regione Lazio e/o dello Stato.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti