Sezze, case ancora senza elettricità tre giorni dopo la tromba d’aria e acqua del 29 ottobre

Tre giorni dopo le precipitazioni straordinarie, accompagnate da raffiche di vento ben oltre la norma, a Sezze ci sono abitazioni ancora senza elettricità. Gli abitanti di quelle stesse abitazioni hanno ormai la misura della pazienza colma ed è anche comprensibile. Passata l’emergenza, come premesso dovuta a precipitazioni meteorologiche a carattere eccezionale (anche se statisticamente sempre più frequenti), e completata la conta dei danni, che a 72 ore di distanza ci siano delle case senza elettricità appare però paradossale. Soprattutto perché, dopo ore di attesa al telefono per parlare con gli operatori del gestore, si sentono rispondere: “Ecco stiamo provvedendo. Nelle prossime ore sarà tutto ok”. Come detto però, di ore ne sono passate 72 e ciò che avevano in frigorifero e surgelatore è tutto da buttare via. I riscaldamenti senza elettricità non funzionano e non funzionano televisioni, computer e nemmeno i telefonini dopo che si sono scaricate le batterie. Certo, c’è di peggio; c’è chi ha patito danni peggiori. Ma anche tale situazione non è augurabile. La speranza è che vada in via di soluzione anche perché, a quanto sembra, il black out di alcune abitazioni situate in via Roccagorga, pare legato ad un intervento d’urgenza dei soccorritori che, per liberare la strada dai tralicci caduti, hanno reciso i cavi elettrici.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti