Terracina, avviata la raccolta di fondi per le maestre Pie Filippini e gli sfollati del 29 ottobre

Il tavolo della conferenza stampa

“Un aiuto per le Maestre Pie Filippini e gli sfollati del 29 ottobre”. Questa la causale da indicare per quanti volessero sostenere la ripresa della scuola di Terracina, tra gli edifici maggiormente colpiti dal maltempo di lunedì scorso, e i cittadini danneggiati in questo momento più bisognosi, partecipando alla raccolta fondi appositamente attivata su conto corrente comunale presso l’Unicredit (iban IT27X0200874162000105440066. L’iniziativa è stata illustrata ieri pomeriggio dal sindaco Nicola Procaccini nel corso di una conferenza stampa, indetta presso l’istituto scolastico, per fare un resoconto delle attività intraprese in questi giorni relative all’emergenza.

L’amministrazione comunale ha deliberato la richiesta di dichiarazione dello stato di calamità naturale (le domande da parte dei cittadini si raccolgono presso l’ex Tribunale fino alle 20 di oggi, primo novembre 2018) e l’esonero dal pagamento del canone Cosap per le occupazioni temporanee di suolo pubblico per i lavori urgenti di messa in sicurezza a seguito dei danni prodotti dalla tromba d’aria. L’amministrazione ha anche annullato lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì, previsto per la giornata di oggi, e proclamato il lutto cittadino in occasione della celebrazione del funerale di Nunzio Cervoni, il 57enne deceduto lunedì pomeriggio durante la furia del vento che ha abbattuto il pino che lo ha ucciso, previsto per questa mattina presso il santuario della Madonna della Delibera.

Continuano intanto le segnalazioni di interventi urgenti presso la centrale mobile allestita dai Vigili del fuoco in piazza Mazzini: fino a ieri ne erano stati eseguiti una cinquantina, in conda un’altra ottantina.

Ieri il sindaco ha raccomandato prudenza e ad osservare i divieti di accesso nelle zone rosse, anche in considerazione della nuova allerta meteo. La riapertura delle scuole è prevista per lunedì.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti