Sezze, la Lega riaccende l’allarme idrogeologico sul ponte dei Casali

Tra le varie criticità a rischio idrogeologico presenti sul territorio di Sezze, ce n’è una, quella riguardante il ponte in località Casali, che viene segnalata da anni ed è contemplata anche tra i rischi maggiori del Piano di Emergenza Comunale realizzato durante la seconda amministrazione Campoli ma che pare essere ora rimasto nei cassetti. Neppure durante i lavori per il collettore fognario del nuovo depuratore di si è dedicato attenzione. Eppure nel 1995, dopo una bomba d’acqua, provocò non pochi danni. A riportare d’attualità la vicenda è il coordinatore locale dei giovani della Lega Kevin Reiterazione che argomenta: “Dopo i drammatici disastri avvenuti un po in tutto il Paese, è nata la fobia dei ponti. Non poteva essere diverso per il quartiere Casali Sezze dove, insiste un ponte che collega il popoloso quartiere al resto di Sezze. Risulta infatti che, alcuni residenti, abbiano segnalato strani rumori, ovviamente ciò, ha suscitato quesiti sullo stato di salute del ponte, l’ente comunale ha provveduto ad una verifica di sicurezza? possiamo stare tranquilli? Meglio prevenire che curare anche perché, questo ponte è l’unico collegamento con la comunità del quartiere i Casali e neanche voglio immaginare il dramma nel caso di un suo stato di inagibilità. L’eventuale inagibilità del ponte potrebbe portare a delle conseguenze drammatiche come ad esempio la mancanza di pronto soccorso e isolamento totale del quartiere dal paese”. Dubbi legittimi e che addirittura non tengono conto della situazione peggiorata della vallata “incriminata” al cui interno sono oggi presenti blocchi di cemento, scarichi fognario non autorizzati e molti altri detriti che ne pregiudicano il deflusso.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti