Latina, la velista svedese naufragata a Rio Martino torna in Svezia. La solidarietà e il saluto degli amici

La velista Marika Ljungkvist, che l’estate scorsa è naufragata a Rio Martino, torna nel suo paese in Svezia. La consigliera comunale di Latina Matilde Celentano, tra le prime a stringere la mano a Marika e ad abbracciarla nei momenti più difficili della sua brutta esperienza, spera che questa donna minuta, di cui conserverà “la forza della sua libertà, frutto di una scelta di vita non sempre facile”, porterà con sé l’immagine di Latina quale “città ospitale con tutti”.

“In vista della sua partenza, l’altra sera, io e un gruppo di amici tra cui i pescatori Riccardo e Stefano di Borgo Grappa, che le hanno dato ospitalità, e Nadia Roma, presidente dell’associazione ‘Noi e il Mascarello, che ha organizzato una raccolta di fondi, abbiamo voluto salutare Marika con una cena per farle i migliori auguri – racconta la consigliera Celentano -. Nell’occasione le è stato consegnato un assegno di 1.000 euro frutto della colletta in suo favore. Marika, emozionata, ha ringraziato tutti coloro che in questi mesi le sono stati vicini”.

Inizialmente ospitata da Roberta, titolare del camping Rio Martino, Marika si è poi trasferita dai due pescatori. La sua imbarcazione è stata recuperata dai vigili del fuoco e del relitto è riuscita a vendere alcuni pezzi.

“Progetti per il futuro? Il suo sogno – riferisce Celentano – è quello di riuscire a comprare una nuova barca per spiegare le vele verso lo Stretto di Gibilterra. Mi auguro che Marika possa coronare il suo sogno e che porti con sé la solidarietà ricevuta nella città di Latina”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti