Latina, espulsioni e rimpatri per quattro stranieri irregolari sorpresi a bivaccare al Nicolosi

Foto di repertorio

Controlli a tappeto della Polizia di Stato nei quartieri “caldi” del capoluogo pontino, dove continua incessante l’attività di prevenzione e controllo, intensificata dal Questore di Latina Carmine Belfiore. Ieri l’ultimo servizio straordinario, in ordine di tempo, svolto al Colosseo e nel quartiere Nicolosi da due pattuglie della Squadra Volante e altrettante del Reparto Prevenzione Crimine, provenienti da Roma.

Fermati in via Macchiafava quattro stranieri impegnati in un bivacco nei pressi di alcuni locali commerciali della zona. Tutti era sprovvisti di documenti e per questo sono stati portati in Questura per l’identificazione, risultando poi tutti irregolari e quindi messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione per le pratiche relative all’espulsione dal territorio italiano. Due di loro, un tunisino e un egiziano, di 29 e 19 anni, con precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, sono stati portati al Cie di Trapani per il successivo rimpatrio nei loro paesi di origine.

Per un altro cittadino indiano, di 38 anni, fermato in altro luogo, è stato emanato un decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Latina con obbligo di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.

Sempre nella zona del quartiere Nicolosi il dispositivo ha controllato un cittadino italiano di 55 anni, noto per precedenti di polizia; lo stesso è stato denunciato  per porto di oggetti atti all’offesa in quanto all’interno dello zaino in suo possesso è stato rinvenuto e sequestrato un coltellino di cui non sapeva giustificare il possesso.

Undici in tutto i posti di controllo, identificate 114 persone, di cui 57 stranieri. Controllati 43 veicoli. Nel corso del servizio è stato utilizzato il sistema Mercurio per la lettura automatica delle targhe, con il quale sono statti controllati 840 veicoli in transito. Sono state elevate 8 infrazioni al Codice della strada.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti