Latina, prende a calci e pugni la moglie e picchia il figlio di 9 anni con un’asta appendiabiti: arrestato

Un uomo di 45 anni di Latina è stato arrestato questa mattina dagli agenti della Squadra Volante in flagranza del reato di maltrattamenti in famiglia aggravati. L’intervento delle Volanti ha sottratto la moglie e il figlio di 9 anni dalle violenze dell’uomo che li aveva appena picchiati. Calci e pugni alla donna, che ha riportato ferite giudicate guaribili in 25 giorni e colpi ripetuti con un’asta appendiabiti contro il bambino, che ha riportato contusioni al braccio sinistro guaribili in 10 giorni. Entrambi sono stati refertati al pronto soccorso dell’ospedale Goretti dove hanno ricevuto le prime cure.

La violenta aggressione, scoppiata per futili motivi, è avvenuta all’interno della casa familiare della coppia, in via Grassi, nel quartiere Nicolosi. Il Pm ha disposto per l’uomo i domiciliari presso un’altra abitazione.

La donna in sede di denuncia ha riferito di subire le percosse da molto tempo ma di non aver mai denunciato il marito per paura di ritorsioni.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti