Sermoneta dice “no” alla violenza sulle donne: gli appuntamenti

Il Comune di Sermoneta scende in campo per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, con una manifestazione suddivisa in tre momenti nella mattinata di domenica 25 novembre.
Il primo momento, intitolato “Questo non è amore”, si svolgerà a partire dalle 9.30 presso il Belvedere e vedrà un confronto con Mekdes Tse Gay presidente e mediatore culturale dell’associazione GMIA; JMargaret Mijsyawa assistente sociale dell’associazione GMIA e Aicha Sow mediatore della cooperativa Karibu.
A seguire, sempre al belvedere è prevista una esibizione di “Cubaton” diretta dalla maestra di danza cubana Elaine Cantillo e dall’insegnante Denise Capodiferro.
Infine, alle ore 12 nel piazzale antistante la chiesa di San Tommaso d’Aquino a Pontenuovo, tutti i presenti contribuiranno  dipingere una panchina rossa come simbolo del percorso di sensibilizzazione e di contrasto ad ogni forma di violenza sulle donne. “Questa manifestazione ha un valore puramente simbolico – spiega l’assessore ai servizi sociali Chiara Caiola – ma che serve a sensibilizzare la cittadinanza su un argomento purtroppo sempre attuale. Nei primi dieci mesi di quest’anno in Italia le vittime di femminicidio sono state 106, una ogni 72 ore secondo le statistiche Eures. I femminicidi sono saliti al 37,6% del totale degli omicidi commessi nel nostro Paese, con un 79,2% di femminicidi familiari e un 70,2% di femminicidi di coppia”. Numeri che devono far riflettere”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti