Latina, anche l’Abc nelle casette di legno del mercatino natalizio. De Stefano: approvato oggi il piano industriale

L’Abc Latina sbarca nel mercatino natalizio. L’azienda speciale per la gestione dei rifiuti solidi urbani del capoluogo pontino è infatti presente in una delle casette di legno allestite in corso della Repubblica, a Latina, per lo shopping di questi giorni. Tra sciape, guanti, bigiotteria, miele e confetture varie in vendita nelle diverse postazioni, ci sono anche i dépliant dell’Abc, ovviamente in distribuzione gratuita. Nel box del Comune e dell’azienda speciale si regalano informazioni sulle modalità di conferimento dei rifiuti nell’ottica di una corretta differenziazione e si prendono anche i voti.  Infatti è possibile compilare la scheda del gradimento del servizio in cui è possibile suggerire soluzioni per migliorare l’igiene urbana. La “pagella”, piegata, potrà essere depositata in un’apposita cassettina.

Ma a che punto siamo con l’Abc?

“Lo abbiamo approvato questa mattina, in colpevole ritardo, ma lo abbiamo approvato e in giornata sarà trasmesso in Comune”. Demetrio De Stefano, presidente dell’azienda speciale Abc Latina, parla del piano industriale, il documento triennale che doveva essere approvato ad aprile 2018. Affidato per la sua redazione alla società Contarina, il documento che illustra in termini qualitativi e quantitativi le intenzioni del management rispetto al servizio affidato all’Abc, ovvero di igiene urbana del capoluogo pontino, era rimasto imprigionato nelle maglie di questo primo anno di complicata gestione dell’azienda speciale. Azienda a cui serve necessariamente poter accendere un mutuo per poter decollare. “Siamo fiduciosi – dice a tal proposito De Stefano -, abbiamo riscontri positivi dalla Cassa depositi e prestiti e la Bnl si è espressa favorevolmente sulla relazione di prefattibilità del mutuo”. Mutuo che passa dai 12 milioni di euro iniziali ad oltre 17 milioni. “Sì, è la somma dei 12 milioni previsti nel cronoprogramma e i cinque milioni e rotti destinati al leasing che non abbiamo più fatto”, spiega De Stefano, confidando nei prestiti ad inizio anno nuovo e confermando che il mutuo sarà spacchettato, nel senso che saranno più istituti di credito a finanziare l’Abc. “Per quanto riguarda il bilancio preventivo 2019, sarà conseguente all’approvazione odierna del piano industriale”, ha aggiunto il presidente del consiglio di amministrazione dell’Abc. A quando il Consiglio comunale per l’approvazione di questi documenti?

LE VOSTRE OPINIONI

commenti