Terracina, imprenditrice picchia la figlia di 29 anni: arrestata per lesioni e maltrattamenti in famiglia

Una donna di 49 anni, imprenditrice di Terracina, è stata arrestata dalla Polizia di Stato nella flagranza dei reati di lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.

In fase di separazione dal marito, negli ultimi mesi aveva ricevuto un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento ai congiunti a seguito di svariate aggressioni soprattutto a carico di una figlia 29enne. Nonostante la misura cautelare la donna avrebbe più volte violato le prescrizioni. L’ultima le è costata l’arresto. Avrebbe aggredito la figlia, percuotendola. Fortunatamente in quel momento rincasava il padre della vittima che, cogliendo la sua ex moglie sul fatto, ha allertato immediatamente il centralino di soccorso pubblico “113”.

La donna, vistasi scoperta, si è data alla fuga, vanamente, giacché il personale del locale commissariato di Polizia tempestivamente intervenuto l’ha rintracciata tra la vegetazione, sebbene la stessa cercasse di nascondersi in attesa di potersi allontanare.

La figlia, in evidente stato di malessere psico-fisico, è stata trasportata presso l’ospedale Fiorini per le medicazioni delle ferite riportate durante l’aggressione, giudicate guaribili in dieci giorni.

L’imprenditrice, dopo le formalità di rito, è stata tratta in arresto e, a seguito di udienza di convalida, sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti