Dissuasori a scomparsa per il mercato di Latina Scalo. La proposta di Forza Italia e Lega

Alessandro Calvi e Massimiliano Carnevale

A Latina Scalo mercato in sicurezza con i dissuasori. E’ quanto affermato oggi in commissione attività produttive dai consiglieri di opposizione Giovanna Miele e Alessandro Calvi di Forza Italia e Massimiliano Carnevale e Matteo Adinolfi della Lega in risposta alla richiesta del comitato di quartiere di non spostare l’area del mercato in altra zona.

“Oggi in commissione attività produttive come Lega e Forza Italia – spiega una nota stampa dei due gruppi consiliari – abbiamo chiesto di mettere ai voti la messa in sicurezza dell’area mercato di Latina Scalo tramite l’installazione di dissuasori a scomparsa. La prossima settimana ci attendiamo la convocazione decisiva per arrivare finalmente a definire una questione che si sta trascinando da troppo tempo. Intendiamo così venire incontro alle richieste del comitato di quartiere che non vuole che sia spostato il mercato in altra zona. Comprendiamo che le recenti normative sono diventate più stringenti in materia di sicurezza e incolumità pubblica e questo ha spinto a valutare l’ipotesi di far svolgere il mercato in Piazzale dell’Ambrosia. Ma riteniamo invece che sarebbe molto più semplice installare dei dissuasori tra via delle Industrie e Piazzale San Giuseppe dove si svolge attualmente il mercato. Così i commercianti non dovrebbero dislocarsi altrove, rischiando di perdere clienti. Allo stesso modo sarebbe interdetta l’area al traffico e garantita la sicurezza di commercianti e clienti. Inoltre, come ha rilevato il comitato di quartiere, l’area è un importante punto di aggregazione e di ritrovo, indipendentemente dalla svolgimento del mercato, ma anche in occasione di feste patronali e non solo. A maggior ragione è necessaria la presenza dei dissuasori a scomparsa”.
“Però non possiamo fermarci alle chiacchiere – aggiungono i consiglieri – . Per questo abbiamo voluto che la prossima settimana la commissione voti la proposta dando un indirizzo ben preciso. È inoltre necessario definire la spesa necessaria, così a marzo, quando sarà approvato il bilancio, potranno essere accantonate delle somme per la realizzazione e messa in sicurezza dell’area. I soldi ci sono, adesso questa volontà deve tradursi in atti concreti”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti