Disservizi e scarsa igiene sui vagoni della Roma-Napoli, scatta l’interrogazione parlamentare di FdI a tutela dei pendolari pontini

Il senatore Massimo Ruspandini di Fratelli d'Italia

Fratelli d’Italia portavoce del disagio dei pendolari che quotidianamente utilizzano la linea ferroviaria Roma-Napoli. Un’insostenibile odissea tra degrado, scarsa igiene e interruzioni di servizio. Il senatore Massimo Ruspandini, del partito di Giorgia Meloni, sollecitato dal coordinatore di Fratelli d’Italia del Sud Pontino Pierpaolo Marcuzzi, ha depositato un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al ministro Danilo Toninelli, al fine di muovere l’esecutivo nella direzione di una maggiore attenzione alle problematiche che vivono i pendolari della tratta in questione.

“Gli episodi tristemente noti di interruzione del servizio di trasporto su rotaia che hanno interessato la linea Roma Napoli dovevano essere affrontati di petto – dichiara Marcuzzi –. La scarsa igiene, addirittura con presenza di blatte e ratti sui vagoni, le frequenti interruzioni e gli ormai eterni ritardi non solo comportano disagi insostenibili per tutti i pendolari, ma stanno mettendo seriamente a rischio la salute degli utenti, costretti a viaggi in condizioni disdicevoli. Così a seguito di un’attenta valutazione dello stato di fatto sulla linea abbiamo investito della questione il senatore Ruspandini, componente dell’VIII commissione permanente Lavori Pubblici e Comunicazioni, il quale ha depositato un’interrogazione a risposta scritta indirizzata al Ministro Toninelli”.

La portavoce di Fratelli d’Italia Sperlonga, Sara Kelany, ha partecipato attivamente all’attività di definizione delle problematiche esistenti: “Con tutti i colleghi di Fratelli d’Italia del sud: la portavoce di Itri Palazzo, di Formia Carpinelli, di Minturno Pentimalli e grazie alla disponibilità del nostro portavoce provinciale Nicola Calandrini, abbiamo seguito la strada della rilevazione delle problematiche sulla tratta Minturno Roma – afferma Kelany – ed è emersa una situazione desolante che ci ha spinto a rivolgerci per il tramite dei nostri referenti istituzionali direttamente al Ministro dei Trasporti. Non possono continuare a dimenticare che i pendolari della provincia di Latina soffrono ogni giorno una situazione insostenibile, con strade al collasso e linee ferroviarie da terzo mondo. Fratelli d’Italia è al fianco dei cittadini e sente il dovere di intervenire in tutte le sedi per tutelare i diritti di chi lavora ed ha necessità di vivere in condizioni decorose”.

L’interrogazione del senatore Ruspandini ha posto in evidenza le gravi carenze igieniche e strutturali cui è soggetta la tratta ferroviaria ed ha chiesto esplicitamente al Ministro di adottare provvedimenti urgenti per la risoluzione delle problematiche.

 

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti