Latina, un bagaglio di esperienze culturali per la crescita della Lega: Mochi sul Carroccio con gli ex An

“Non soltanto un sostegno quantitativo ma bensì un’adesione che intende portare con sé un bagaglio di esperienze culturali, politiche e amministrative che hanno segnato un’epoca nella provincia pontina”. Queste le parole di Giuseppe Mochi, ex sindaco di Pontinia, attuale consigliere comunale di opposizione, ma soprattutto l’ultimo segretario provinciale di Alleanza nazionale, alla presentazione oggi di nuovi ingressi alla Lega di Matteo Salvini.

L’evento si è tenuto a Latina all’hotel Europa, alla presenza del coordinatore provinciale del Carroccio Matteo Adinolfi, che a Latina nel 2016 è stato eletto come unico consigliere della Lega (il secondo Massimiliano Carnevale è arrivato soltanto a fine 2018 dopo un breve periodo di decantazione come indipendente a seguito delle dimissioni dal Pd), e dal consigliere regionale Angelo Tripodi, eletto alle elezioni del 4 marzo 2018.

La Lega di Salvini cresce, non soltanto a livello nazionale, ma anche a Latina e nella sua provincia. Mochi, ex segretario provinciale di An, il partito della destra nato dal vecchio Movimento sociale italiano con la cosiddetta svolta di Fiuggi di Gianfranco Fini, ha radunato a sé altri sei consiglieri e un assessore tutti rigorosamente militanti in An, nel periodo in cui si diceva che la provincia pontina era il laboratorio politico della destra, e insieme sono saltati sul Carroccio, con la voglia di ricostruire la politica del fare, del sociale, per un’Europa dei popoli e non delle banche, della destra sovranista e forza di governo per tornare nelle istituzioni. Fortemente motivato il gruppo, guidato da Mochi, è risultato così composto: Sergio Mancini (Norma); Angelo Sorcecchi, Francesco Ducci, Quintilio Carpineti (Cori); Egidio Calisi (San Felice Circeo); Enza Simeone, Mario Di Mattia (Itri), tutti amministratori comunali.

Molto sentiti gli interventi di Tripodi e Adinolfi i quali hanno evidenziato, non senza emozione, il fatto che quello di oggi va considerato “un ritorno a casa da parte di chi  ha evidentemente ritrovato nella Lega una continuità con le idee di destra già da loro sostenute in passato”.

Soddisfatto doppiamente il coordinatore provinciale il quale ha ricordato che nel 2016 erano in pochissimi a credere nella Lega, mentre oggi il partito è una grande famiglia a cui ogni componente merita un grazie.

Alcune foto dell’evento

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

1 commento

Comments are closed.