Gaeta, al Caboto con il Lions club la conferenza sui disturbi comportamentali dell’alimentazione

Da sinistra Aldo Minutillo, Federica DiMarzo, la dirigente scolastica Maria Rosa Valente e il presidente del Lions club Giuseppe Giordano

Continua l’azione sinergica tra gli istituti di istruzione secondaria superiore e il Lions Club Gaeta in favore degli studenti, genitori e corpo docenti.

Presso la sala conferenze dell’istituto nautico Caboto, sabato 9 marzo, il lion Aldo Minutillo (nutrizionista) e Federica Di Marzo (psicologa) hanno trattato il tema  “Disturbi comportamentali dell’alimentazione (anoressia, bulimia…) Ulteriori difficoltà dell’essere genitori oggi” confrontandosi con gli studenti e i docenti.

Al termine della conferenza il dottor Minutillo ha espresso la propria soddisfazione per l’attenzione dimostrata dagli studenti che hanno formulato diverse ed interessanti domande. Il Minutillo ha illustrato come seguire una corretta alimentazione ed ha ribadito di porre attenzione a non intraprendere “diete di moda” perché spesso dannose alla salute.

La dottoressa Di Marzo ha dichiarato che occasioni come quella della conferenza al Caboto “sono preziose per informare i giovani e prevenire i comportamenti sbagliati degli adulti del futuro”. “Sensibilizzare queste fasce di età verso una dieta consapevole ha detto -, permette loro di essere più scettici verso ‘i miracoli’ promessi da tante mode che dilagano sui social e sul web in genere. Parlare ai ragazzi delle prime classi di disturbi del comportamento alimentare è fondamentale, è utile fornire loro le conoscenze giuste per riconoscere un segnale di disagio nel compagno di banco, nell’amica o in loro stessi. Solo riconoscendo i sintomi di un comportamento alimentare sbagliato, i ragazzi possono chiedere aiuto agli adulti di riferimento, o ad un professionista. Questo il compito della scuola: educare le generazioni alla sensibilità. Oggi, anche noi abbiamo voluto dare il nostro piccolo contributo a questo grande progetto.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti