Latina, botte a moglie e cognato: 36enne allontanato dalla casa familiare

Questura di Latina

Provvedimento di allontanamento dalla casa familiare per un 36enne di Latina che ieri sera si è reso protagonista dell’ennesimo episodio di maltrattamento nei confronti dei famigliari. Sua moglie, di origini romene, visti i continui soprusi e minacce da parte dell’uomo tali da farle temere per la sua incolumità e quelle delle sue figlie, si era rifugiata a casa del fratello con bambine al seguito. Ma ieri l’uomo si è presentato presso l’abitazione, nella zona di piazza Aldo Moro, cercando di portarsi via una delle due minorenni. A questo punto lo zio della piccina è intervenuto, ma con il 36enne è nata una discussione e infine sono volate le botte. Spintoni e ginocchiate al cognato e alla moglie. Sul posto è arrivata la Polizia, grazie ad una segnalazione al 113 da parte del padrone di casa. Né lui né la sorella tuttavia si sono fatti refertare dal 118. La storia si è conclusa in Questura dove la Squadra Volante ha raccolto la denuncia nei confronti del 36enne da parte dei suoi familiari. Il Pm ha quindi disposto all’allontanamento dalla casa familiare, imponendo il divieto di avvicinarsi alla parte offesa e ai luoghi frequentati dalla stessa.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti