Latina, Calandrini sul terzo aeroporto nel Lazio: sì alla candidatura di Latina, ma no a sprechi e cattedrali nel deserto

L'ingresso dell'aeroporto militare di Latina

E’ emerso oggi in un convegno di Fratelli d’Italia organizzato in Senato la necessità per il Lazio di un terzo aeroporto in una logica di sviluppo della regione, e più in generale della nazione. Ne dà notizia il senatore pontino Nicola Calandrini che torna sull’argomento ponendosi a favore ma al contempo mantenendo la barra dritta sulla necessità di tutelare la scuola di volo dell’Aeronautica militare di Latina.

Sul terzo aeroporto nel Lazio, Calandrini afferma che Fratelli d’Italia ha intenzione di fare la propria parte, schierandosi a favore della sua realizzazione. “Aeroporto di Fiumicino come autostrade. Una concessione da rivedere nell’interesse della Nazione e di Alitalia”, il titolo del convegno.

“Il terzo aeroporto del Lazio, quindi, va fatto, scegliendo la località più adatta – ha detto Calandrini -. E su questo l’intera provincia di Latina avanzerà la sua candidatura in modo serio e determinato, tenendo però ben presente che è necessaria chiarezza sui tempi di realizzazione e risorse da investire. Questo significa no agli sprechi e alle cattedrali nel deserto, che purtroppo Latina e i suoi cittadini ancora pagano sulla loro pelle visto che questo territorio è caratterizzato da una marea di incompiute. Al contempo, però, va tutelata la storica scuola di volo dell’Aeronautica militare di Latina, che rappresenta un’eccellenza che forma piloti da tutta Italia ed Europa, e che non può essere abbandonata. Un patrimonio non soltanto di Latina che va rilanciato insieme alla costruzione di un nuovo scalo, che il Lazio attende da troppo tempo”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti