Coppia di Fondi vittima di furto con “cavallo di ritorno”: un arresto e due denunce

Il commissariato di Polizia di Fondi

Coppia di Fondi vittima di furto con “cavallo di ritorno”. E’ questa l’espressione utilizzata dalle forze dell’ordine per indicare il riscatto del bene sottratto previo pagamento di una somma di denaro.

La coppia, sabato scorso, ha chiamato la Polizia a seguito del furto di un telefono cellulare subito in un negozio sito sull’Appia, lato Itri, dove due giovani si erano offerti di aiutarla, lasciando intendere che per risolvere la questione sarebbe bastato pagare. Fingendo di accettare lo scambio, la coppia che nel frattempo aveva avvisato la Polizia ha fatto arrestare un 40enne del posto, già fermato poche settimane fa per il furto presso uno studio medico di Fondi e rimesso in libertà con l’obbligo di firma, e denunciare un 27enne e un 30enne di Itri. Gli agenti del commissariato infatti, in abiti civili, si erano messi in osservazione nei pressi del luogo indicato alla coppia per la restituzione del cellulare. Il 40enne si era presentato in sella alla bicicletta nei pressi di un bar del centro e in mano aveva il cellulare della coppia. L’uomo è stato arrestato all’istante per il reato di estorsione. Denunciati a piede libero gli altri due per estorsione in concorso con il 40enne e furto. Sarebbero stati loro infatti a sottrarre il telefono all’interno del negozio.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti