Abbvie, Femca Cisl al 35% nello stabilimento di Campoverde: eletti cinque rappresentanti nella Rsu

La Femca Cisl si conferma primo sindacato dell’Abbvie di Campoverde. Nello stabilimento apriliano si è registrato un significativo successo della sigla sindacale per il rinnovo della rappresentanza sindacale unitaria. Con 190 voti, la Femca Cisl ha ottenuto circa il 35% dei consensi eleggendo cinque candidati. Esito positivo del sindacato confederale nel suo complesso, mentre dalle urne escono fortemente ridimensionati, in voti e in seggi, i sindacati autonomi.

AbbVie, è un’azienda biofarmaceutica globale, con sede centrale a Chicago, nata nel 2013 a seguito della scissione societaria da Abbott, società quest’ultima che nel 1963 aveva già costruito uno stabilimento a Campoverde. Un sito diventato oggi, nonostante riduzioni di personale e trasferimenti presso gli uffici di Roma dell’intera rete vendita, un importante punto di riferimento per la Compagnia all’interno della propria strategia legata alla produzione in Italia di principi attivi per terapie innovative e ad un forte impegno nella riduzione dell’impatto ambientale.

Di “un risultato entusiasmante che premia un importante lavoro di squadra in una campagna elettorale dimostratasi fin dall’inizio molto difficile” parla Elisa Bandini Segretaria Generale della Femca Cisl di Latina ricordando anche “gli importanti accordi sindacali firmati nello stabilimento che si sono dimostrati uno strumento importante nel miglioramento della produttività e competitività aziendale”. I lavoratori hanno gratificato gli appartenenti alla Femca Cisl, riconoscendone ed apprezzandone lo sforzo fatto in questi anni. “Ringrazio quanti si sono impegnati nella lista e nella campagna elettorale e rivolgo un gran in bocca al lupo per il lavoro che aspetta agli Rsu appena eletti: Pietro Cioffi, risultato il candidato più votato in assoluto, Fabio Andreozzi, Gianni Valentini, Franco Colangeli e Fabrizio Borgetti.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti