Acqualatina sempre più blu, con i sindaci sinergia istituzionale premiante

Acqualatina sempre più blu. Avviata ad inizio mese a Terracina la campagna #NoPlastic con la promessa di distribuire borracce agli studenti per il prossimo anno scolastico, ha fatto propri i principi guida della Blue Flag Foundation for Environmental Education, incassando il plauso dei sindaci detentori dell’ambito vessillo.

Principi tra i quali rientra il #NoPlastic, da diffondere sempre e comunque a partire dalle spiagge affollate di questi giorni. A tamburo battente sui sociali, Aqualatina ha elargito consigli pratici per la riduzione dell’uso delle plastiche ponendo in primo piano il numero colossale delle bottiglie che finiscono nel mare nostrum: 33mila al minuto.

A testimoniare l’impegno nelle politiche green del gestore del servizio idrico integrato dell’Ato 4 Candido De Angelis, primo cittadino di Anzio, la cittadina neroniana che quest’anno ha ricevuto la sua 14° Bandiera Blu. “Un’eccellenza unica nella provincia di Roma, grazie anche alla tutela ambientale”. In un video spot, il sindaco racconta la sua Anzio insieme al presidente della società Acqualatina Michele Lauriola, in uno spirito di fattiva collaborazione.

Non è passato inosservata neanche la foto di Cosmo Mitrano, sindaco di Gaeta, che per la campagna blu o green, come dirsi voglia. di Acqualatina ci ha messo la faccia in un post pubblicato sul profilo Instagram della società gestrice del servizio idrico: “Per ottenere il riconoscimento della bandiera blu – si legge – è necessario rispettare più di venti requisiti imprescindibili. Quest’anno, per il sesto di fila, Gaeta conquista la Bandiera Blu 2019”.

La sinergia istituzionale messa in campo da Acqualatina e sindaci sta funzionando e sembra costituire un esempio virtuoso nella comunicazione rivolta agli utenti per una maggiore consapevolezza dell’ambiente del proprio territorio, un bene comune da curare in ogni istante.

 

LE VOSTRE OPINIONI

commenti