Autostrada Roma – Latina, presidio della Cisl Latina in piazza del Popolo

Successo questa mattina in Piazza del Popolo per il presidio volto a sostenere la petizione organizzata dalla Cisl di Latina rivolta al Presidente della Repubblica, per sollecitare la decisione sull’ulteriore ricorso dilatorio per la realizzazione dell’autostrada Roma – Latina.

Questa vicenda dura da 15 anni: inizia dall’Anas con un’operazione finanziaria di quasi 3 miliardi, un considerevole investimento Cipe, un ricorso al Tar, un appello al Consiglio di Stato,  fino al ricorso straordinario pendente dinanzi al Presidente della Repubblica.

“Un riscontro importante da parte dei cittadini – ha detto il segretario generale della Cisl Latina, Roberto Cecere – un segnale forte ed inequivocabile che la comunità vuole uscire da una arretratezza infrastrutturale che di fatto rende il territorio poco attrattivo per chi vuole fare impresa, ma che soprattutto mette a rischio migliaia di lavoratori che ogni giorno percorrono la Pontina per recarsi a lavoro”.

Ricordiamo infatti che la strada statale 148 (Pontina) è considerata tra le strade più pericolose d’Italia, e i dati statistici sono impietosi. Dall’analisi Istat disponibili, emerge che nel corso dell’anno 2017 sono stati circa 1.500 gli incidenti nella provincia di Latina e in 12 mesi sono stati 56 i morti causati dai sinistri stradali. ”

“Proseguiremo la raccolta firme nei comuni della nostra provincia – ha concluso Cecere – infatti il 7 agosto saremo a Priverno, l’8 a Sabaudia e il 9 a Pontinia.”

LE VOSTRE OPINIONI

commenti