Boxe Latina 1956, una stagione prestigiosa

Ferie terminate per la Boxe Latina, che dopo la ripresa della preparazione atletica degli agonisti, riparte anche con gli amatori e la Boxing School.

Un’estate ricca di eventi, che ha consacrato la società pontina, datata 1956, come tradizione e punto di riferimento nel panorama pugilistico laziale e nazionale.

A giugno più di cento piccoli pugili da ogni parte d’Italia hanno vissuto una tre giorni intensa ed entusiasmante, organizzata dalla FPI nel capoluogo pontino insieme alla società di casa Boxe Latina 1956, orgogliosa del pieno di complimenti e grandi attestati di stima ricevuti al termine della manifestazione.

Altro successo, conquistato dopo il rientro da Tbilisi, per lo schoolboy 48 kg Mattia Spinelli, che nonostante la mancata conquista del podio ha portato alto il nome della società pontina negli europei.

Un attestato di stima da parte del presidente Turrin: “Arrivare a disputare i campionati Europei dopo poco più di un anno di match, significa avere qualità e carattere. Mattia ripartirà da questa pagina indelebile per proseguire nella sua carriera. Ad oggi famiglia e Boxe Latina sono orgogliosi del lavoro svolto. Confermare questi risultati sarà una sfida dura, ma ancora più bella”.

Il 19 agosto è iniziata la preparazione dei dilettanti agonisti, seguiti da un nutrito staff tecnico composta da Domenico e Rocco Prezioso, Mirco Turrin, Carmine Palma e il preparatore atletico Jacopo Pablo Guion mentre dal 25 settembre si svolgeranno le fasi regionali dei campionati italiani giovanili. Appuntamento cui la Boxe Latina si presenta dall’alto del titolo nazionale conquistato ad ottobre 2018 da Mattia Spinelli nella categoria 46 kg.

Competizione nella quale puntano a fare bene anche Alessio Spinelli Youth 72 kg, Loris Manolito Leone Junior 52 kg, Luigi Fè Schooolboy 56 kg, Laurentiu Avsin Payzin Youth 58 kg.