Cisterna, sfuma l’ipotesi dei domiciliari dalla nonna: 30enne finisce in carcere

800 litri
Il carcere di Latina

Aveva ottenuto i domiciliari a casa della nonna, ma le dichiarazioni della donna sulla volontà di accoglierlo non si sono poi concretizzate.

E’ finito così in carcere un ragazzi di 30 anni di Cisterna, in esecuzione dell’ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Latina. Ad eseguirla sono stati i carabinieri proprio la vigilia di Natale.

Il giovane si trova ora nell’istituto penitenziario di via Aspromonte.