Formia, mix di cocaina ed eroina uccisero un ragazzo nel 2012: assolto il presunto pusher

furti in villa

L’11 febbraio del 2012 un ragazzo fu trovato morto in via del Macello, a Formia. La causa del decesso di L.C. (queste le iniziali), fu un’overdose di eroina e cocaina, così come accertato dalla Procura che dispose l’autopsia del giovane. Il 29enne era scomparso da 4 giorni e fu ritrovato dal fratello e da un amico.

Subito la polizia diede il via ad una serie di accertamenti, perquisizioni ed indagini, nonché al sequestro di una scheda telefonica ed un cellulare in possesso di un pluripregiudicato per vari reati di spaccio residente in zona e che, per ultimo, sentì al telefono la vittima.

Questo ed altri elementi indiziari portarono il pm della Procura di Latina, Raffaella Falcione, a chiedere ed ottenere il rinvio a giudizio del pregiudicato, titolare di un’avviata attività commerciale.

Sono trascorsi 8 anni e oggi si è concluso il processo a carico dello spacciatore, difeso dall’avvocato Pasquale Cardillo Cupo che si è opposto alla richiesta di condanna avanzata al giudice del tribunale di Latina, Bernabei, per assenza di prove. L’uomo è stato assolto per non aver commesso il fatto.