Incendiata l’auto del consigliere regionale Marcelli, solidarietà anche da parte dei pontini Tripodi e Simeone

”Esprimiamo solidarietà e vicinanza al consigliere regionale del M5S, Loreto Marcelli. Si tratta di un atto gravissimo, speriamo che sia fatta chiarezza e i responsabili siano individuati”. Così, in una nota, i consiglieri leghisti in Regione Lazio Orlando Tripodi, Daniele Giannini e Laura Corrotti sull’auto di Loreto Marcelli andata in fiamme nel Frusinate.
Piena solidarietà, umana ed istituzionale, al consigliere Marcelli anche da parte di Giuseppe Simeone, consigliere regionale di Forza Italia che con lo stesso guida la presidenza della commissione Sanità: Simeone è presidente, Marcelli è vice presidente: “Si tratta di un atto gravissimo su cui sono certo che le forze dell’ordine faranno presto luce – afferma Simeone -. Condanno con fermezza tale gesto perché la violenza e la viltà di coloro che agiscono nell’ombra devono essere fermati. Solo in questo modo impediremo il diffondersi di quello che rappresenta un cancro della convivenza civile e della democrazia stessa”.
Loreto Marcelli, residente a Sora (Frosinone), questa mattina ha trovato la sua Mercedes incendiata. L’automobile era parcheggiata nel cortile della sua abitazione. Dopo essersi accorto dell’accaduto, Marcelli ha chiamato i carabinieri che, dopo i primi rilievi, hanno disposto il sequestro del veicolo danneggiato per gli opportuni accertamenti.
“Confidiamo nell’attività di verifica delle Autorità competenti – ha scritto il Movimento cinque stelle su Facebook –, sperando che fatti del genere non si ripetano mai più e che i responsabili del gesto siano individuati al più presto e assicurati alla giustizia. A Loreto vanno tutta la nostra solidarietà e vicinanza, oltre che il nostro affettuoso abbraccio”.
Solidarietà al consigliere regionale anche da parte del sindaco di Sora, Roberto De Donatis, e dell’amministrazione comunale.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti