Latina città plastic free, presentata una mozione dalle consigliere Lbc Campagna e Ciolfi

Valeria Campagna

È stata protocollata oggi in Comune da parte delle consigliere di Latina Bene Comune, Valeria Campagna e Maria Grazia Ciolfi, una mozione per rendere Latina una città plastic free.

“Si tratta di una vera e propria sfida quella lanciata dal Ministero dell’Ambiente e noi la vogliamo raccogliere – afferma Campagna – perché riteniamo che la plastica sia una delle principali minacce per l’ambiente in cui viviamo, per il mare e per l’uomo stesso. L’obiettivo è promuovere campagne di sensibilizzazione coinvolgendo tutti gli attori del territorio, ed introdurre in Comune l’utilizzo di materiali biodegradabili o riutilizzabili, come già abbiamo iniziato a fare ad esempio già durante i consigli comunali usando bottiglie e bicchieri di vetro, perché sia l’ente stesso a dare il buon esempio e sia il primo attore del cambiamento per riuscire a sensibilizzare cittadini come già hanno fatto tante altre città”.

Maria Grazia Ciolfi

“Ritengo fondamentale aderire all’iniziativa regionale Plastic Free Beach 2019 anche, come proposto dalla Regione Lazio, attraverso l’emanazione di un’apposita ordinanza volta a contrastare la dispersione di materiale plastico e di rifiuti del fumo sulle nostre spiagge, prevedendo l’utilizzo di materiale monouso biodegradabile e compostabile ed attraverso la partecipazione attiva di ABC e di tutti i cittadini a supporto delle tantissime preziose azioni di volontariato da parte di molte associazioni già operative da tempo sul nostro litorale – ha commentato invece Ciolfi – La sensibilizzazione di tutti i cittadini è fondamentale per ottenere la loro collaborazione”.

Nel dettaglio, la mozione impegna il sindaco e l’assessore competente a: aderire all’iniziativa #PFC (Plastic Free Challenge) promossa dal Ministro dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare; promuovere campagne di informazione coinvolgendo tutti i soggetti attivi del territorio; introdurre, ovunque sia possibile, negli uffici comunali l’utilizzo esclusivo di posate piatti, bicchieri, bottiglie e sacchetti tradizionali in materiale biodegradabile e compostabile con conseguente divieto assoluto di utilizzo di plastica usa e getta oppure utilizzare piatti, posate e bicchieri lavabili e riutilizzabili; installare e promuove l’uso di distributori dell’acqua pubblici al fine di ridurre l’uso di bottiglie di plastica; organizzare giornate straordinarie di pulizia di parchi, aree verdi e, soprattutto, di sponde di fiumi, canali di bonifica, arenili coinvolgendo associazioni e cittadini; promuovere il vuoto a rendere; promuovere presso i plessi scolastici l’installazione di erogatori di acqua al fine di ridurre l’utilizzo di bottiglie; disporre che per le future forniture di materiali monouso, i capitolati di gara escludano espressamente la possibilità di acquisto di materiali non biocompostabili; eliminare l’uso di piatti, bicchieri, cannucce e altri oggetti di plastica usa-e-getta nelle sagre e manifestazioni pubbliche che ricevono contributi o anche il solo patrocinio / autorizzazione del Comune di Latina preferendo l’uso di materiali compostabili; adottare sistemi di gestione delle mense scolastiche che riducano l’uso di materie plastiche, favorendo l’uso di stoviglie lavabili (anche con la collaborazione delle famiglie) o in subordine l’uso di materiale compostabile; a partecipare ad eventuali future proposte di finanziamento, tra cui l’avviso pubblico della Regione Lazio “Plastic Free Beach 2019” per promuovere azioni e progetti in tema di economia circolare della plastica sulle spiagge per limitarne il consumo e favorirne il recupero e il riuso.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti