Latina, i “capricci” dei termosifoni nelle scuole comunali: L’assessore Proietti: alle 10.30 risolti tutti i problemi

Doveva essere tutto perfetto questa mattina al rientro a scuola degli studenti di Latina, ma evidentemente non lo è stato. Parliamo delle scuole comunali di Latina alle prese con gli impianti di riscaldamento. “I problemi emersi sono stati risolti entro metà mattinata”, ha dichiarato l’assessore alla Pubblica istruzione Gianmarco Proietti. “Ho contattato i funzionari della manutenzione, presenti nei diversi istituti, e mi hanno fornito informazioni in diretta: alla Volta è stato sostituito un bruciatore e alle 10 le aule erano già calde; alla materna di Borgo Carso alle 8 le aule erano già calde, alle elementari è stato sostituito un pezzo del bruciatore; in questo momento, le 10.33, la caldaia delle scuole di Borgo Bainsizza è in funzione, e il bruciatore è stato cambiato”.

Il disagio questa mattina è stato segnalato da un gruppo di genitori. “Gli impianti di riscaldamento sono stati accesi il 4 gennaio. Sono entrati in funzione. Evidentemente nel corso del fine settimana le caldaie sono entrate in blocco, ma essendo la scuola ancora chiusa il problema è emerso questa mattina”, ha spiegato Proietti.

“L’amministrazione deve sempre effettuare un servizio di prevenzione e controllo; anche in questa occasione si è dimostrata poco attenta”, ha commentato su Facebook l’ex assessore Gianluca Di Cocco.

Da parte sua Proietti ha riferito che l’attenzione verso le scuole è costante e che la presenza dei funzionari del Comune questa mattina nei diversi istituti ne è la prova: “Li devo personalmente ringraziare. Si interviene con tempestività. Oggi nonostante il disagio in diversi plessi alle 10.30 era tutto risolto. Gli impianti sono vecchi e stiamo cercando di sostituirli tutti. Poi succede come in via Cilea che le caldaie erano nuove e che sono scoppiate le tubazioni sotterranee”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti