Latina, illegalità nei locali del mercato. Si riaccende la polemica

    Giovanna Miele e Massimiliano Carnevale

    Un iPad rubato ad un avvocato e rinvenuto nei locali abbandonati del mercato settimanale di via Rossetti a Latina, occupati da persona nota alle forze dell’ordine che è stata denunciata per il reato di ricettazione. Ecco, una notizia di cronaca che riaccende la polemica politica sul degrado degli immobili comunali diventati sede di illegalità.

    “Siamo stati purtroppo facili profeti”, dicono oggi i consiglieri comunali Giovanna Miele di Forza Italia e Massimiliano Carnevale della Lega.

    “La persona denunciata – affermano – risiede in uno degli stabili occupati illegalmente nella zona di via Rossetti. Da anni ripetiamo all’amministrazione comunale che è necessario intervenire in modo concreto per ripristinare la legalità in quell’area. E invece niente. Salvo qualche isolato proclama buono solo per far rumore. Nella zona c’è una vera e propria emergenza sociale, una situazione di degrado, abbandono e illegalità. Abbiamo fatto svolgere decine di commissioni per sensibilizzare sulla necessità di sgomberare quei locali occupati illegalmente. Quanto leggiamo oggi ci porta scoramento: il Comune in questi anni non si è mai mosso per risolvere la situazione”.

    “L’augurio è che non ci siano intoppi nel progetto di recupero del mercato di via Rossetti che l’amministrazione ha annunciato. Entro marzo dovrebbero esserci delle risposte. Speriamo sia davvero la volta buona”.