Latina, la presentazione della nuova edizione del libro di Fagioli “Storia di una ricerca. Lezioni 2002”

Dagli esordi come giovane chirurgo in corsia, al confronto diretto da psichiatra con i malati di mente, nell’Italia degli Anni ’60, fino all’Analisi collettiva.

Storia di una ricerca. Lezioni 2002”, il nuovo libro di Massimo Fagioli, pubblicato da L’Asino d’oro edizioni in una nuova versione originale, sarà presentato venerdì 12 ottobre a Latina, nella Sala Conferenze della Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza. L’appuntamento è alle ore 17,30.

Intervengono il sindaco Damiano Coletta e gli psichiatri e psicoterapeuti, Viviana CensiMariopaolo Dario e Nella Lo Cascio. Introduce la giornalista Licia Pastore.

In “Storia di una ricerca. Lezioni 2002”, che raccoglie dieci non convenzionali “lezioni” all’università, Massimo Fagioli narra le vicende personali e pubbliche attraverso le quali è maturata l’elaborazione della Teoria della nascita, sulla base di una prassi medica che ha portato nel 1975 all’inizio dell’Analisi collettiva, in un’aula dell’Istituto di Psichiatria dell’Università di Roma. Esperienza unica nel suo genere, che dal 1980 è proseguita in un grande studio privato a Trastevere, senza interruzione, fino al dicembre 2016.

Massimo Fagioli, scomparso il 13 febbraio 2017, delinea epoche e circostanze della ricerca sulla realtà umana, fin dalle prime pagine di queste “Lezioni 2002”, che segnano l’esordio di un corso di psicologia dinamica che proseguirà all’Università degli Abruzzi “G. D’Annunzio” per undici anni consecutivi, fino al 2012.

Nell’indagine sugli alterni movimenti da parte della cultura nei riguardi della mente e in particolare della realtà umana non cosciente, Fagioli mette al centro dell’interesse alcune rare personalità controcorrente delle epoche più antiche. Da Marco Aurelio fino a Paracelso, Giordano Bruno e Caravaggio, i tre geniali e coraggiosi ribelli del ‘500, quando “con lo scossone dato alla mente umana dalla scoperta dell’America, con la costruzione di una nuova immagine del mondo venne fuori la nuova scienza ed anche la nuova arte, in cui fa capolino la parola irrazionale”.

Per la ragione l’irrazionale non sarebbe realtà umana. “L’esistenza umana oltre la coscienza è non solo esistenza ma anche pensiero. Uno pensa anche quando dorme”, sostiene e scrive Fagioli. “Quel segno particolare che sono i sogni, le immagini mattutine, da dove vengono? E’ Apollo che le manda? No, non è Apollo che le manda e nemmeno il demonio e nemmeno Dio e nemmeno il mal di stomaco. Sono una forma di pensiero diverso da quello cosciente”, afferma Massimo Fagioli a conclusione del corso di “Lezioni 2002”. In quell’anno l’Università degli Abruzzi, a marzo, ospitò un grande convegno su alcuni clamorosi episodi di omicidi in famiglia (Erika e Omar, Cogne ecc.), molto seguito dai mass media nazionali, sui quali il professore Fagioli, in più di un’occasione, fu all’epoca interpellato per spiegare le cause di tali terribili episodi di cronaca.

MASSIMO FAGIOLI Medico, specializzato in neuropsichiatria, dopo diversi anni di lavoro come psichiatra che cercava una psicoterapia delle psicosi, propose nel 1971 il risultato delle sue esperienze e della sua formazione con il libro Istinto di morte e conoscenza che suscitò clamorose reazioni. Poi con La marionetta e il burattino (1974) e Teoria della nascita e castrazione umana (1974) e Bambino donna e trasformazione dell’uomo (1979) confermò tutta l’impostazione della Teoria. Dal 1975 ha tenuto una particolarissima psicoterapia di gruppo nota come Analisi collettiva, con migliaia di partecipanti e che, tra l’altro, ha formato centinaia di psichiatri e di psicoterapeuti. È autore di venticinque libri pubblicati da L’Asino d’oro edizioni. Dal 2006 al 2017 ha firmato una rubrica sul settimanale “left”, le cui raccolte sono diventate una collana della casa editrice. Alcuni suoi corsi universitari sono raccolti nei volumi Storia di una ricerca; Una vita irrazionale; Das Unbewusste. L’inconoscibile; Fantasia di sparizioneIl pensiero nuovo; L’uomo nel cortile; Settimo anno; Religione, Ragione e LIBERTA’; L’IDEA della nascita umana; Materia energia pensiero; Conoscenza dell’istinto di morte. L’ultimo libro pubblicato di Massimo Fagioli, uscito a maggio del 2018, è “Poesia”.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti