Latina: Tajani sarà il primo ospite della rassegna “Come il vento nel mare” al Miramare

 

Ospiti importanti nella meravigliosa cornice del Miramare per la rassegna “Come il vento nel mare”. Al suo secondo appuntamento il Festival sostenuto e organizzato da Vito Miceli e Giovanna Cunetta, ideato e diretto da Andrea Alicandro e con la direzione artistica Massimiliano Coccia, per location, contenuti, temi trattati, qualità delle persone che interverranno aspira a diventare la più importante e grande agorà della nostra Regione. I promotori infatti intendono raccontare il tempo presente, coniugando la complessità con la bellezza, la natura con la lettura, il mare con i libri, narrare i cambiamenti epocali del nostro tempo con la leggerezza che, come ha scritto Italo Calvino, non “è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”, senza risparmiare nulla al dibattito pubblico e avendo come idea quella della crescita comunitaria.

Una organizzazione imponente che prevede almeno 50 ospiti divisi in venti serate, tutte nel fine settimana, che avranno inzio da venerdì prossimo e si concluderanno il 4 agosto. La terrazza dell’hotel sarà dotata di un palco e di un maxischermo e dalle più alte tecnologie per assicurare un impatto visivo e sonoro sostenibile.

Tanti gli sponsor, nazionali e non. Questo significa tanta attenzione per il nostro territorio, da annoverare tra i più belli d’Italia, dice la Cunetta.

Aprirà la Rassegna con un talk dal titolo: “L’Europa che verrà. Ad un anno dalle elezioni europee quale futuro per il vecchio continente”, Antonio Tajani, presidente del parlamento europeo.

Seguità Andrea Marcolongo con il suo libro”La misura eroica”. A lui il Premio Enea per aver “contribuito alla riscoperta di un mito fondante per la nostra civiltà come quello di Giasone e degli Argonauti rivestendo di nuovi significati”.

Seguirà la presentazione del libro di Federica Angeli “A mano disarmata”. La cronista che è stata ospite della rassegna anche lo scorso anno, torna di nuovo al Lido.

La prima giornata si concluderà con l’esibizione dell’orchestra diretta dal maestro Francesco Belli e dal sassofonista Mauro Zazzerini che presenteranno un grande successo degli anni ’50: “Charlie Parker with Strings”.

Seguiranno tanti e importanti ospiti nei giorni successivi. Ci saranno i giornalisti: Alessandro Barbano, Adriano Sofri e Giuliano Ferrara, torna per la seconda volta Mons Paglia. Ci sarà anche Paolo Hendel, il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, il regista Gianni Amelio, l’economista Carlo Cottarelli, il professor Burioni, il matematico Odifreddi e tanti altri. Sono previste anche delle incursioni particolari e satiriche da parte di Federico Palmaroli, ideatore e curatore della pagina Facebook “ Le più belle frasi di Osho”. Una pagina seguitissima che conta almeno 750 mila like.

L’entrata è gratuita. Durante questo periodo però, dicono gli organizzatori, ci sarà comunque un salvadanaio: chiediamo di lasciare un contributo che verrà devoluto all’Associazione Peter Pan, che si occupa dell’accoglienza di bambini e adolescenti malati di cancro.

Appuntamenti imperdibili dunque, in una scenografia unica e naturale, con il sole rossastro che a quell’ora se ne va, nascondendosi lì in fondo al mare, dietro le rovine di torre Astura e il profilo dolce e austero nello stesso tempo, della maga Circe che vigilando da lontano guarda le spalle.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCisterna, Carturan nomina gli assessori e sceglie come vice sindaco Federica Agostini di FdI
Articolo successivoLatina, molestie sessuali a un ragazzino di 11 anni durante la festa di Borgo Faiti: denunciato un indiano
Mariassunta D'Alessio
Giornalista, scrittrice e blogger. Anni di giornalismo alle spalle, prima in città nei due quotidiani più importanti e poi a Roma per 20 anni e più, negli uffici stampa dei Ministri dell'Economia e Finanze e dell'Istruzione, Università e Ricerca. Fino a dirigere negli ultimi anni, Researchitaly, il portale della Ricerca Internazionale. Un'esperienza unica che l'ha portata a vincere anche importanti premi di giornalismo. Ora il suo occhio da cronista oltre che continuare a dirigersi verso cronache nazionali, per affezione torna a curarsi anche della città in cui vive. Si occupa di Pari opportunità praticamente da sempre. Ha scritto libri e realizzato interviste a donne importanti, come Rita Levi Montalcini ( a cui ha fatto la sua ultima intervista-testamento prima di morire), Margherita Hack e tante altre, scienziate e non.