Lavoratori gestione randagi a Latina, raggiunto l’accordo

randagi
Il presidio della Uiltucs Latina
E’ stato trovato l’accordo per i 10 lavoratori a rischio che hanno gestito il servizio di cattura e trasporto randagi a Latina. L’appalto era passato da un’azienda ad un’altra e gli operatori non erano stati chiamati per ripartire.
Qui è entrato in ballo il sindacato Uiltucs Latina che ha previsto due presidi e l’incontro con la Asl per garantire continuità ai dipendenti.
Dopo la protesta di questa mattina, alle 11.30 si sono incontrati la ditta uscente e subentrante oltre alla committente Asl, Giulia Caprì della Direzione territoriale del lavoro, “che ringraziamo – dicono dal sindacato – per la professionalità dimostrata ed il risultato raggiunto”.
“Come categoria sindacale – ha spiegato Cartisano – nell’incontro abbiamo esposto le difficoltà dei lavoratori, e dopo un ampio dibattito con l’indispensabile il contributo della di Salvatore Di Maggio della direzione Asl, abbiamo raggiunto l’intesa. Nessun lavoratore rimarrà senza occupazione”.
Il confronto è aggiornato al prossimo 15 ottobre nella sede istituzionale dell’Ispettorato, dove di terrà il confronto definitivo. Nel frattempo i lavoratori non saranno licenziati.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti