Mietitura a mano, a Latina la rievocazione nella festa di Chiesuola

Un momento di una precedente edizione della Festa della Mietitura

Tutto pronto per la Festa della Mietitura di Chiesuola. L’edizione 2019 sarà inaugurata lunedì, 8 luglio, alle 18 e 30.

Musica, spettacoli, cabaret, libri, convegni e incontri culturali, mostra di trattori d’epoca, rappresentazione storica della mietitura a mano, trebbiatura del grano con macchinario d’epoca, area espositiva dei prodotti enogastronomici, intrattenimenti e animazione per bambini e, ovviamente, l’immancabile gastronomia di qualità.  Tutto questo alle porte di Latina, in località Chiesuola.

Una kermesse variegata e pensata per tutte le età, che spazia dalla cultura all’intrattenimento, dalla gastronomia al folclore. In programma fino al 15 luglio, tutte le sere la festa vedrà tra i suoi protagonisti le migliori orchestre del liscio e la musica dal vivo con le band emergenti del capoluogo. Il programma completo della festa è consultabile sul sito www.chiesuola.it e sulla pagina Facebook Festa della Mietitura – Chiesuola.

La festa si concluderà con la lotteria, con importanti premi in palio messi a disposizione dagli sponsor e dal comitato promotore che strizza l’occhio alle tradizioni agricole del territorio, un tessuto che ha sempre fatto dell’agricoltura e della terra i suoi punti di forza.

Villaggio Contadino – Mercato agricolo di Latina. Dal 12 al 14 luglio, la prima mostra-mercato agricolo del capoluogo rigorosamente ad ingresso gratuito e adatta a tutta la famiglia. Macchine agricole, prodotti tipici, giardinaggio, fiori, piante, animali, fattoria didattica, museo storico di trattori e mezzi d’epoca: sono tante le opportunità che si potranno incontrare. L’Appuntamento è dalle ore 16 alle ore 23 nello spiazzo accanto la Chiesa. Il Villaggio contadino è promosso da Coldiretti, Campagna Amica e Associazione Italiana Allevatori. L’ingresso è libero.

Convegno “Giovani e Agricoltura, opportunità e sviluppo”. L’8 luglio alle ore 18.30 si terrà un incontro dibattito di approfondimento e analisi sui temi in collaborazione con Confagricoltura, Comune di Latina, Forum Giovani Latina e Coldiretti. Saranno presenti autorità e amministratori cittadini, regionali e nazionali.

Seminario per la formazione professionale continua dei giornalisti “Dal recupero delle campagne al ritorno dei grani antichi”. Organizzato dall’Associazione Agroalimentare in Rosa, si è svolto lo scorso 2 luglio quale evento di avvicinamento alla festa e ha coinvolto oltre 40 professionisti dell’informazione provenienti da tutta la provincia e anche oltre, nonché un parterre di relatori di prestigio. Un viaggio lungo oltre 70 anni, dalle prime attività post bonifica operate dai friulani a nord della provincia di Latina, fino alla valorizzazione genetica, alle prospettive del mercato e ai consumi delle coltivazioni cerealicole operate sul territorio, anche in termini di valorizzazione delle eccellenze, introduzione di politiche condivise in campo agricolo, contrasto alle sofisticazioni alimentari e benessere della persona. Con l’occasione Il ristorante Al Fogolar di Chiesuola ha festeggiato i suoi primi 70 anni di attività.

GLI IMMANCABILI RITORNI

Alle novità del 2019 si sommano progetti ed eventi già in essere e che meritano, per validità e gradimento del pubblico, di essere ripetuti.

Ritorna anche quest’anno il Concorso a premi realizzato in sinergia con il Liceo Artistico Statale di Latina e rivolto ai suoi studenti, ai quali è stato chiesto di realizzare l’immagine di copertina dell’opuscolo informativo della Festa mantenendo il filo conduttore della ruralità, delle origini contadine della comunità pontina e del lavoro nei campi-mietitura del grano. Lo scorso 1 giugno la giuria ha decretato i vincitori (1° classificato Asia Passariello, 2° Simone De Castro e 3° Diana Bandarica).

Come per le passate edizioni, la manifestazione si concluderà con la serata di raccolta fondi. Lunedì 15 luglio tante attività come lo show del liscio “20 stelle per una notte con le migliori Orchestre”, il coro gospel Big Soul Mama, lo spettacolo di cabaret e la degustazione della famosa polenta e salsiccia dei mastri polentari di Doganella di Ninfa. Una serata di beneficenza dedicata alla raccolta fondi a sostegno dell’Associazione Martina e la sua Luna Onlus di Latina che ha come obbiettivo quello di fornire il sostegno economico e pratico alle famiglie dei ragazzi malati per la realizzazione dei loro sogni necessari per affrontare al meglio il duro periodo della malattia; un piccolo gesto dal grande valore simbolico.

La Festa della Mietitura è anche questo, un momento di incontro e confronto, l’occasione per stare insieme e divertirsi ma anche per fare del bene e sostenere chi ha più bisogno.

LE TRADIZIONI CHE TORNANO

Attiva dai primi anni 80 fino al 1994, la manifestazione è ormai tornata in auge nel 2015 grazie alla determinazione e al grande spirito di sacrificio dell’Associazione Culturale Chiesuola. Il fine è quello di preservare le nostre origini, dare risalto alla storicità di questa terra devota all’agricoltura, alla campagna, al lavoro dei campi. La quinta edizione della Festa della Mietitura propone una settimana di celebrazione delle nostre radici, promuovendo la cultura cerealicola italiana, il buon cibo e il sano e semplice divertimento estivo con musica dal vivo ed iniziative culturali. Migliaia gli avventori presenti alla manifestazione nelle passate edizioni provenienti da tutta la città e dai Comuni limitrofi.

La quinta edizione della Festa della Mietitura è promossa dall’Associazione Culturale Chiesuola e gode del patrocinio di: Consiglio Regionale del Lazio, Provincia di Latina, Comune di Latina, Consorzio di Bonifica, Confagricoltura Latina, Coldiretti Latina.

LE VOSTRE OPINIONI

commenti